Home Cinema Grande successo al teatro Spazio Vitale: Rocco Papaleo fa il tutto esaurito

Grande successo al teatro Spazio Vitale: Rocco Papaleo fa il tutto esaurito

102
0

Ieri sera c’è stata un fila chilometrica all’entrata e i botteghini erano in tilt al teatro “Spazio Vitale” di Nettuno per la presentazione e proiezione del film “Scordato” di Rocco Papaleo, uscito la scorsa primavera in tutte le sale cinematografiche italiane e inserito nella programmazione cinematografia del cinema “Astoria” di Anzio. La pellicola, firmata dal regista e attore lucano, narra la storia di Orlando: un uomo dal carattere mite che lavora come accordatore di pianoforti e che, da tempo, vive in solitudine, accompagnato soltanto da un grande rancore verso il suo passato e dalla sua fedele sigaretta, che fa fatica ad abbandonare e che ricorda un po’ il vizio di Zeno de “La coscienza di Zeno” di Italo Svevo. Da diverso tempo lamenta dei forti dolori alla schiena e si vede costretto a recarsi da una fisioterapista un po’ eccentrica – e che ricorda molto la fata Turchina di “Pinocchio” – di nome Olga, interpretata dalla cantautrice italiana Giorgia, tra l’altro per lei nel suo primo film d’esordio come attrice. Dopo un attento esame, la donna individua il problema dei suoi malanni: si tratta di una contrattura “emotiva”. Per curarsi, Orlando deve portare una sua foto da giovane a Olga, come punto di partenza per la terapia. Questa richiesta insolita porterà l’uomo a intraprendere un viaggio per arrivare nel suo paese, Lauria, dove affronterà finalmente il suo passato, scoprendo il momento preciso in cui è diventato l’uomo solitario e pieno di contratture che è oggi.

Una commedia un po’ diversa rispetto alle celebri “Basilicata coast to coast” e a “Un boss in salotto”, ma che riscosso un notevole successo da parte del pubblico e che ha reso Rocco Papaleo il protagonista indiscusso della serata, in quanto era presente all’evento e, alla fine del quale, si è intrattenuto con gli spettatori e per rispondere alle loro curiosità e a scattare qualche selfie.

Dopo l’intervento della nostra collaboratrice editoriale, il pubblico ha inondato Papaleo di complementi e di domande sul suo soggiorno a Roma, sui suoi film migliori, sul suo rapporto con la Basilicata e sul suo legame con la musica, che per lui è “un po’ la mia strada maestra. Quando canto, naturalmente, recito anche, come fanno i cantanti. Però quando recito, canto, senza accorgemene. Per recitare non basta essere spontanei, ma anche musicali, ammalianti… c’è sempre una ricerca musicale nella recitazione”.

Alla fine della serata, Rocco ha salutato tutti i presenti “con la promessa di tornare a Nettuno, in questo bel posto, con un nuovo film”.

L’intervista completa uscirà nel nuovo numero de “Il Granchio”, da sabato 13 agosto in tutte le edicole di Anzio e Nettuno.