Home Lifestyle Nuovi consumatori si affacciano al mondo del gioco: i cambiamenti che la...

Nuovi consumatori si affacciano al mondo del gioco: i cambiamenti che la Gen Z ha apportato al gioco pubblico

129
0

Nuove tendenze e nuovo target di giocatori. È in questo senso che si sta muovendo il mercato del gioco d’azzardo a livello internazionale. Sono cambiati i consumatori, che dimostrano oggi preferenze diverse e che si dedicano al gioco per motivi differenti. Chi per dedicare del tempo a sé stesso, chi per intrattenersi socializzando, secondo il report tradotto da Jamma.tv. Tutti cambiamenti per i quali un pesante ruolo è stato giocato dalla pandemia, che ha costretto milioni di persone a un repentino cambio di abitudini, configurando vere e proprie macro-tendenze, alcune delle quali si sono mantenute anche dopo la fine delle restrizioni.

L’aumento del gioco online è sicuramente il trend più evidente: grazie alla tecnologia, il gioco non è più arginato dagli orari di apertura delle sale e dei locali, ma è divenuto fruibile in qualsiasi momento della giornata. Dal sondaggio condotto in Gran Bretagna lo scorso settembre e sempre riportato da Jamma.tv si evidenzia una quota paritaria di utenti che giocano online e di persona (entrambi al 18%), mentre solo cinque anni prima la percentuale di utenti che giocavano di persona era il doppio rispetto a quelli che sceglievano il canale a distanza.

Questo cambiamento è probabilmente dovuto anche all’ingresso di un nuovo gruppo di utenti nella platea dei giocatori: giovani nella fascia d’età compresa fra i 16 e i 24 anni, gli appartenenti alla Generazione Z. E questo non ha riguardato solo il Regno Unito, ma anche la nostra penisola, come emerge dai dati riportati in questo articolo: anche in Italia il picco di nuove registrazioni di conti di gioco online riguarda la Gen Z, che ha acceso oltre un quarto dei 4.887.438 totali registrati sul territorio, a cui peraltro la nostra regione ha contribuito nella misura del 10,51%.

Si parla quindi di 1.360.612 nuovi account tutti riferibili a giovani fra i 18 e i 24 anni che sono entrati di prepotenza in un settore che finora sembrava esser rimasto ai margini delle loro preferenze.

Un ingresso che non ha lasciato indifferente il mercato iperflessibile ed eterogeneo del gambling, sempre attento alle esigenze del singolo giocatore, un po’ per natura un po’ per la necessità di sopravvivere alla fitta concorrenza.

Operatori e produttori di software hanno dunque colto la palla al balzo per sfornare nuove idee, lanciando nuovi titoli e rinnovando il palinsesto esistente. Per coprire le esigenze di socializzazione e condivisione della Gen Z, sono state lanciate nuove tipologie di slot machine online con chat integrate, anche nell’innovativa forma di crash games, una più fresca variante del classico intrattenimento da casinò che sta divenendo sempre più popolare fra gli utenti.

Non mancano poi sistemi di gamification su più livelli, che non si limitano a coinvolgere la singola sessione di gioco, ma l’intera esperienza sulla piattaforma online, appassionando il giocatore a più intrattenimenti e interessandolo a un meccanismo condiviso con altri giocatori.

Un cambiamento tira l’altro, ed ecco che, nell’arco di pochissimi anni, ci troviamo di fronte a un settore completamente diverso, rinnovato, diretti verso un mercato di gioco sempre più fluido e inclusivo che anche in questo 2023 sembra aver in serbo moltissime sorprese.