Home Lifestyle Vestiti per neonati, come vestire il bambino in modo bello e funzionale

Vestiti per neonati, come vestire il bambino in modo bello e funzionale

106
0

Tante mamme e tanti papà sono attenti alle nuove tendenze e hanno un occhio di riguardo verso lo stile, sia che si tratti di una ricorrenza importante sia che si tratti dell’ora della nanna. Per questo motivo desiderano vestire il proprio pargolo con i migliori pigiami per bambino alla moda.

Vestiti per neonati, quali scegliere

Siamo in pieno inverno, il clima è rigido e, di conseguenza, nasce la necessità di vestire i propri piccoli in modo adeguato e funzionale, senza rinunciare allo stile e alla moda, sia per passare interi pomeriggi a casa sia per trascorrere notti piacevoli.

L’ampio mondo dell’abbigliamento propone al pubblico diversi vestitini che sono stati pensati e realizzati per soddisfare diverse esigenze. Si potrà spaziare dai piumini per tenere al calduccio i piccoli oppure anche jeans o magliettine, fino ad arrivare al momento del riposino in cui la scelta dei pigiami per bambino dovrà essere ancor più attenta perché bisognerà soddisfare diversi requisiti. Vediamoli insieme.

Come scegliere un pigiama per il piccolo, fattori da considerare

Quando si parla di questo capo di abbigliamento in particolare, bisogna cercare di non sbagliare in alcun modo l’acquisto, le motivazioni sono molteplici. Prima fra tutte c’è quella relativa al sonnellino; infatti, si deve tenere presente che un neonato necessita di molte ore per riposarsi, per questo è importante che il capo che si andrà a selezionare sia il più comodo possibile.

Abbiamo, quindi, esplicato già il primo fattore che dovrà necessariamente essere soddisfatto, ovvero quello relativo alla comodità. Ergo, bisognerà evitare pigiamini che possiedono ganci o chiusure pericolose perché potrebbero essere un rischio per la sicurezza del bimbo.

Di contro, invece, si potrebbero scegliere quelli che sono stati realizzati con una chiusura ad hoc, quindi risultano facili sia da infilare sia da togliere e, soprattutto, non sono pericolosi perché non si staccano con facilità. Procediamo con altri fattori.

Il pigiamino dovrà essere caldo

Come detto in precedenza, le temperature che si registrano ad oggi sono molto rigide; quindi, si dovranno selezionare capi che siano, in primis, caldi. Però, se qualcuno tra noi se lo stesse chiedendo, andare alla ricerca di un pigiama per bambino caldo non deve in alcun modo essere sinonimo di stress o pesantezza per evitare che si invalidi il piccolo nei movimenti.

Inoltre, è bene sempre ricordare che i neonati sono sensibili al cambio di temperatura; quindi, un piccolo troppo coperto potrà sudare durante le ore notturne e questo comporterà che si svegli e inizi a piangere.

Non solo, il piccolo potrebbe anche scoprirsi per il troppo caldo e, se il genitore non dovesse notare immediatamente che il piccolo si è scoperto volutamente o involontariamente, potrebbe anche raffreddarsi.

A questo proposito, si potrebbe anche pensare all’acquisto di un sacco nanna. Quest’ultimo è estremamente utile perché ingloberà il piccolo tenendolo sempre al caldo ed eviterà che durante la notte possa scoprirsi.

Evitare modelli stretti

Un altro fattore molto importante è quello relativo alla vestibilità. Infatti, sempre per soddisfare le esigenze del bambino, è bene che il modello che si andrà a selezionare non sia attillato, bensì comodo e confortevole anche se aderente. Ad esempio, un pigiamino in cotone sarebbe l’ideale per rispettare questo requisito.

Un’ultima annotazione riguardo a questo fattore è necessaria; si precisa, infatti, che per “modello stretto” non si intende che si dovrà prendere un vestitino di due oppure tre taglie più grandi, questa decisione sarebbe errata perché si potrebbe sfilare facilmente e il piccolo potrebbe trovarsi scoperto in un battibaleno.

Si intende esclusivamente che dovrà essere comodo, in questo modo risulterà agevole anche per la mamma o per il papà cambiare il piccolo senza doversi affannare inutilmente.

Il tessuto

Giungiamo ad uno dei fattori principali, ovvero la scelta del tessuto. Precisiamo che l’epidermide dei piccoli è molto delicata rispetto a quella di un adulto. Questo comporta maggiore attenzione a questo fattore per evitare che si irriti.

Quindi, bisognerà prediligere tessuti morbidi, leggeri e traspiranti. Come detto nel paragrafo precedente, il cotone risulta il materiale ideale perché riesce a prendersi cura al meglio della delicata pelle del pargolo.

In inverno o autunno, un materiale molto apprezzato che terrà al calduccio il bimbo è la ciniglia, si presenta estremamente morbida al tatto e confortevole da indossare. Questo fattore, così come gli altri, è bene tenerli in considerazione anche per la scelta dei vestitini in generale, quindi non solo per i pigiami per bambino.

Difatti, è bene evitare quei materiali che non assorbono l’umidità e non riescono a regolare la temperatura del piccolo perché potrebbero causare sensibilità e vari disagi.

Inoltre, e ci apprestiamo a concludere, un ultimo fattore è quello dello stile che vale per i capi notturni così come per quelli diurni, soprattutto per i body quando si sta in casa. I vestiti in generale sono declinati in diverse colorazioni e possiedono molteplici fantasie, il proprio gusto e anche quello del piccolo faranno da guida per scegliere il miglior vestitino di tendenza che soddisfi i requisiti della bellezza e della funzionalità.