Home Eventi Ariete a Sanremo 2023 con “Mare di guai”: “ad aiutarmi è stata...

Ariete a Sanremo 2023 con “Mare di guai”: “ad aiutarmi è stata la musica”

289
0

Manca sempre meno alla nuova edizione del Festival di Sanremo, che quest’anno arriva alla sua 73esima trasmissione sulla Rai, la kermesse della musica italiana che si svolgerà da martedì 7 febbraio fino a sabato 11.
Tra i maggiori cantanti a salire sul palco ci sarà anche l’anziate Arianna Del Giaccio, in arte Ariete, con il suo brano “Mare di guai“, che è stato valutato dalla giuria già con un ottimo punteggio. Un brano tutto al femminile che parla di una riflessione introspettiva su una relazione finita, con l’invito a reagire e a trovare la forza per riemergere a testa alta. “È una canzone molto mia, scritta quando ero giù – ha dichiarato agli schermi del Tg2 – La tristezza mi aiuta, in qualche modo è la mia comfort zone da artista. Dalla scuola alla mia famiglia, in tanti non hanno saputo cogliere le mie fragilità. Ad aiutarmi, invece, è arrivata la musica“, ha spiegato parlando della canzone, che porta le firme di Calcutta e Dardust.
Adesso Ariete si sta preparando per dare il massimo durante la settimana di Sanremo. “Mi sto preparando tantissimo a livello tecnico. Perché lì vai per cantare, non per fare altro. Devi essere preparato, se ci vai con il piede sbagliato fai prima a non andarci per niente. Credo che alla base del mio lavoro ci debba essere la curiosità e la voglia di mettersi in gioco“, ha dichiarato per poi aggiungere: “Probabilmente qualche tempo fa non avrei partecipato, ma la svolta che ha dato Amadeus è stata importante: ha capito come gira la musica, ma al tempo stesso non disdegna quella che c’è stata fino al 2010. È un festival dove se ci sono io, ci può essere anche Gianluca Grignani, e se c’è Grignani ci può essere anche Anna Oxa e Tananai. Insomma – ha concluso la cantante – è un festival dove c’è spazio per tutti e la presenza di uno non esclude l’altro: è così che a me piace vivere la musica“.

Un Sanremo che per lei sarà ancora più speciale, dato che a sostenerla ci sarà anche suo zio, super fan del festival. “I miei genitori non sono mai stati grandi telespettatori, tranne mio zio Marco: ogni anno, da quando lavora, si prende una settimana di ferie per seguire il Festival. E’ un fan sfegatato… lascio solo immaginare la sua reazione quando gli ho detto che sarei stata in gara“.