Home Cronaca Anzio, variazione di bilancio più soldi per le luminarie natalizie: l’opposizione accusa

Anzio, variazione di bilancio più soldi per le luminarie natalizie: l’opposizione accusa

262
0

I consiglieri comunali di opposizione Alessio Guain e Rita Pollastrini del M5S, Luca Brignone di Apa e Mariateresa Russo di Sinistra Italiana criticano la variazione di bilancio che prevede un aumento di spese per 82 mila euro per le luminarie di Natale.

“Si chiede ai Consiglieri di approvare la diminuzione di fondi di bilancio a diversi settori, – si legge in una nota – in particolare settore cultura, già di per sé fanalino di coda da sempre, per sopravvenuta necessità di pagare arretrati e adeguamento degli stipendi dei dipendenti, che sono frutto di contratto nazionale. Essendo importante e improrogabile adeguare gli stipendi di chi lavora, si richiede un sacrificio ad alcuni assessorati, e fin qui non c’è niente di strano, si taglia qua e là per reperire fondi, si sa che i bilanci sono sempre coperte troppo corte. La Giunta “dimentica” però di scrivere nella delibera di variazione, quello che è invece evidente nell’allegato fatto di numeri, ossia che tra i sacrificati c’è invece chi avrà un aumento di fondi di ben 82 mila euro, ossia l’Assessorato di Valentina Salsedo. Perché l’Assessora riceve più fondi in un momento così difficile per tutti, anche per gli enti locali? Per fare gli eventi di Natale. Per le luminarie.

Tutto questo – continua la nota dei consiglieri di minoranza – mentre l’intera nazione vive momenti drammatici di crisi energetica. Mentre si chiedono sacrifici a tutti i cittadini, mentre le bollette luce e gas mettono in ginocchio famiglie e aziende.  Mentre tutti i comuni d’Italia si preparano ad annullare eventi dove c’è spesa energetica, mentre anche l’Anci lancia un grido di allarme, noi programmiamo le luminarie. Tutto questo – concludono Guain, Russo, Pollastrini e Brignone – ci sembra una enorme mancanza di rispetto verso i cittadini e chiederemo in consiglio comunale che venga ritirata questa somma, ben 82 mila euro, e proponiamo di utilizzarla invece per la videosorveglianza scolastica, visti i recenti e ripetuti furti delle LIM alla scuola Virgilio a Lavinio stazione, ultimo caso in ordine di tempo di furti e vandalismi nelle scuole comunali”.