Home Cronaca Controlli nelle zone della movida: denunce a raffica

Controlli nelle zone della movida: denunce a raffica

427
0

I Carabinieri della Compagnia di Anzio hanno eseguito un’attività di controllo nei luoghi della movida di Anzio e Nettuno per garantire un sano divertimento ai tanti giovani che la frequentano e serenità ai residenti. Il bilancio parla di una persona arrestata, otto denunciate in stato di libertà e quattro giovani segnalati al Prefetto quali assuntori di droghe. A scopo preventivo, lungo le principali arterie sono stati eseguiti posti di controllo e posti di blocco da parte dei Carabinieri che hanno portato al ritiro di cinque patenti e a 21 verbali per violazioni del Codice della Strada.

L’attività rientra nell’ambito di un più ampio piano strategico pianificato dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma, per prevenire i fenomeni di mala movida, in linea con l’azione fortemente voluta dal Prefetto di Roma Matteo Piantedosi in seno al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. 

Le persone denunciate: un 32enne di Anzio, già noto alle forze dell’ordine, è stato denunciato perché, controllato a bordo del proprio ciclomotore veniva trovato in possesso di un coltello a serramanico; un altro ragazzo di Anzio di 25 anni è stato denunciato per guida recidiva senza patente; un 65enne di Nettuno, al momento sottoposto a libertà vigilata con obbligo di permanenza in abitazione dalle 21 alle 7, è stato denunciato perché non veniva trovato in casa; un 71enne di Aprilia,  sottoposto a misura alternativa della detenzione in affidamento in prova ai servizi sociali con obbligo di permanenza nel comune di Aprilia, è stato denunciato perché sorpreso a bordo della propria autovettura a Nettuno; un 64enne di Anzio, sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, perché trovato fuori dalla propria abitazione senza giustificato motivo; un 48enne, un 44enne e una 30enne di Nettuno, poiché controllati alla guida dei propri veicoli con tasso alcolico superiore ai limiti di legge.