Home Cronaca Anzio, la spiaggia dei disabili non parte: dure critiche dalla minoranza

Anzio, la spiaggia dei disabili non parte: dure critiche dalla minoranza

204
0

Ci risiamo. Anche quest’anno ci sono problemi con l’allestimento della spiaggia dei disabili sulla riviera di Ponente ad Anzio gestita dalla Asl Roma 6. La stagione è iniziata, ma la spiaggia resta senza attrezzature a favore dei disabili. Lo scorso anno, lo ricordiamo, proprio all’ultimo momento la Asl era riuscita ad organizzare il servizio con la cooperativa Alteya. Quest’anno c’è di nuovo incertezza nell’allestimento della spiaggia. Tornano a sollevare il problema, come lo scorso anno, le opposizioni in consiglio comunale. Sono i consiglieri Rita Pollastrini, Alessio Guain, Giorgio Buccolini, Luca Brignone, Mariateresa Russo e Lina Giannino.
“Ad oggi – scrivono in una nota i sei consiglieri -, presso la Riviera Mallozzi, la spiaggia dedicata alle persone diversamente abili è vergognosamente inattiva. Risulta pubblicata una manifestazione di interesse da parte della Asl Roma 6, che ha in concessione l’arenile, un bando del 20 maggio scaduto il 30. Tardivo e troppo breve e a quanto ci risulta a tutt’oggi senza un assegnatario. Forse economicamente non conveniente?
Intanto – continua la nota – la stagione estiva è iniziata, e le persone colpite da disabilità con le loro famiglie o accompagnatori non possono usufruire di nessun servizio spiaggia. In tutto questo l’assessore ai servizi sociali Velia Fontana cosa sta facendo?
Ha parlato di interlocuzione giornaliera con la Asl, con che risultati?
Nel frattempo però si è annunciato in commissione sociale l’arrivo della Bandiera Lilla, attestazione che si rilascia ai Comuni particolarmente attenti al Turismo delle persone con disabilità, soprattutto motoria. E le famiglie che in virtù di questa attestazione verranno ad Anzio sicure di trovare servizi adeguati resteranno sicuramente deluse.
Già lo scorso anno – conclude la nota della minoranza – si era verificato un ritardo simile, poi il servizio partì con forte ritardo e per vantarci di cotanta solerzia fu invitato il ministro della disabilità a visitare la spiaggia. Dobbiamo replicare l’invito per avere risposte? L’attenzione alla disabilità in questa città non è mai stata nelle priorità dell’amministrazione, basti pensare al piano di abbattimento delle barriere architettoniche, mai portato avanti.
Restiamo in attesa di chiarimenti e aggiornamenti da parte dell’amministrazione, nel frattempo peró le persone con difficoltà non potranno usufruire della loro spiaggia”.