Home In evidenza Nettuno, Fratelli d’Italia risponde al resto dell’opposizione

Nettuno, Fratelli d’Italia risponde al resto dell’opposizione

359
0

Dopo la presentazione della nuova mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Alessandro Coppola, i consiglieri di opposizione hanno lanciato qualche accusa nei confronti dei neo colleghi di Fratelli d’Italia, invitati a sottoscrivere l’atto. Non si è fatta però attendere la risposta dei consiglieri del partito di Giorgia Meloni, che hanno affidato le loro parole a una nota, firmata insieme al coordinatore cittadino Stefano Bertollini.

Fratelli d’Italia continua ad essere al centro del dibattito politico – scrivono – la continua analisi ed interpretazione del suo operato da parte dell’opposizione in consiglio comunale è surreale per la sua supponenza.
Fratelli d’Italia ha ritirato tutte le cariche istituzionali a sostegno dell’attuale maggioranza, con le dimissioni del vicesindaco dell’assessore Alessandro Mauro ,del presidente del Consiglio Giuseppe Barraco così come quelle dei consiglieri dalle rispettive commissioni , e sarà chiamata a dare spiegazioni solo ed esclusivamente ai cittadini di Nettuno. Chi oggi parla di “OppoFinzione” è il primo che non ha saputo creare alleati nemmeno all’interno della minoranza riuscendo, di fatto, a sostenere il mandato del Sindaco Coppola e fallendo, miseramente, il proprio quando era all interno del governo della città. Una opposizione che insiste con i suoi comunicati “pontificanti” sterili e privi di ogni ipotesi di progetto futuro, certificando il loro fallimento politico.
Fratelli d’Italia non ha mai giocato al rialzo, la sua linea è sempre stata chiara e coerente e costantemente rivolta al Bene della collettività , mentre chi oggi giudica l’atteggiamento politico degli altri non ha mai realmente svolto il ruolo assegnatogli. Ci siamo posti convintamente all’opposizione di questa amministrazione a causa del suo immobilismo – concludono i firmatari – e al momento debito e con i dovuti modi saremo anche gli artefici del tanto auspicato cambiamento“.