Home Cronaca Nettuno, Giornata della Memoria: riflessione dei consiglieri Alicandri, Federici, Taurelli e Marchiafava

Nettuno, Giornata della Memoria: riflessione dei consiglieri Alicandri, Federici, Taurelli e Marchiafava

173
0

Oggi in tutto il mondo si celebra la giornata della memoria, per ricordare le vittime dell’olocausto. Tutto sembrerebbe essere stato detto ed altrettanto parrebbe che la verità storica su quei fatti terribili fosse assodata. Eppure quello che tutti i giorni accade, anche nel nostro Paese, ci dimostra che questa memoria, che noi pensiamo condivisa, non è patrimonio culturale comune. Ancora oggi siamo costretti a vedere atti di antisemitismo, di razzismo, di abilismo, di sessismo e di discriminazione che rendono evidente che la storia a molte persone non ha insegnato nulla. Troppo spesso quelle immagini crudeli che colpiscono come un pugno nello stomaco chi ha deciso di fare i conti con la cattiveria umana non sortiscono in altri nemmeno un’ombra di sensibilità. Proprio per questo è per noi tutti un dovere coltivare la memoria perché l’orrore non venga derubricato. Ci da una profonda rabbia sentire chi ancora vorrebbe far passare il regime fascista come una sorta di nazismo buono. Coloro sono in malafede e dimenticano, consci di quello che fanno, le ignobili leggi razziali volute dal regime. Come si può essere così ignobili da voler cercare di cancellare la memoria di tutti coloro che furono deportati. Donne, uomini, vecchi, bambini, disabili, oppositori politici, che messi in treni piombati venivano inviati verso la morte. Noi, abbiamo non solo il dovere, ma la necessità etica di alimentare il ricordo del passato, perché nessuno dovrà avere in futuro l’alibi morale per commettere altri follie. Ed anche nel piccolo, chi continua ad avere l’assurdo culto della superiorità dovrà fare i conti con il fatto che esiste una sola razza, quella umana.

Roberto Alicandri
Marco Federici
Waldemaro Marchiafava
Antonio Taurelli