Home Cronaca E’ tornata la “Festa dell’albero” all’IC. NETTUNO III per contrastare la crisi...

E’ tornata la “Festa dell’albero” all’IC. NETTUNO III per contrastare la crisi climatica

315
0

Atmosfere fiabesche per la festa dell’albero all’I. C. Nettuno III. Anche quest’anno il Dirigente scolastico Dr. Marco Di Maro ha accolto l’invito del circolo “Le Rondini Anzio – Nettuno Legambiente Scuola e Formazione” a mettere a dimora nuovi alberi e a promuovere attività che valorizzino l’importanza del verde nell’ambito del Progetto ambiente curato dalla Prof.ssa Giuliana D’Amanzo.

Il 19 novembre, presso la sede centrale di via Olmata e il 22 novembre presso il plesso della scuola dell’infanzia e primaria di Santa Barbara, gli alunni dell’I. C. Nettuno III hanno partecipato alla giornata dedicata alla “Festa dell’albero”, in particolare, nella mattinata di venerdì 19 nella sede di via Olmata sono stati presenti una rappresentanza di alunni del plesso “San Francesco” e gli alunni della classe quinta della Scuola Primaria.
La Festa dell’Albero vuole promuovere l’importanza del verde per contrastare le emissioni di CO2, l’inquinamento dell’aria e per prevenire il rischio idrogeologico e la perdita della biodiversità.

La riflessione su questa tematica ha offerto lo spunto a tutti i docenti dell’Istituto che hanno collaborato alla realizzazione di un grande laboratorio creativo interdisciplinare, coinvolgendo gli alunni in modo attivo e offrendo loro una visione unitaria dei diversi campi del sapere. Per l’occasione le aule, i corridoi e gli ambienti comuni dei tre plessi si sono trasformati completamente, rivestendosi di nuova vita con foglie variopinte e alberi colorati che intrecciando i loro rami hanno accolto i pensieri di tutti gli alunni. I ragazzi, oltre agli approfondimenti scientifici, per l’occasione hanno inventato racconti, poesie e fiabe che avessero come protagonisti gli alberi; la lettura degli elaborati è stata accompagnata dalla melodia dei canti del coro della scuola.

Alla celebrazione sono intervenuti i volontari di Legambiente e successivamente i ragazzi sono stati accompagnati nel giardino per mettere a dimora un albero di limone in via Olmata, nel plesso di Santa Barbara è stato piantato invece un albero di sughera; in questa sede i festeggiamenti si sono protratti per un’intera settimana dedicata allo svolgimento di attività educative trasversali mirate alla sensibilizzazione dei bambini verso gli obiettivi dello sviluppo sostenibile e della salvaguardia dell’ambiente, previsti dall’Agenda 2030.
La campagna quest’anno si è inserita nell’ambito del progetto europeo “Life Terra”, di cui Legambiente è l’unico partner italiano, che ha come obiettivo quello di mettere a dimora cinquecento milioni di alberi nei prossimi cinque anni, di cui nove milioni in Italia, per contrastare la crisi climatica.