Home Lifestyle Serie A, uno sguardo al massimo campionato in vista degli impegni della...

Serie A, uno sguardo al massimo campionato in vista degli impegni della Nazionale

137
0

12 giornate disputate e tanto equilibrio nelle varie zone della classifica: il campionato di serie A arriva all’ennesima sosta nazionali con una situazione davvero intricata che, dalle prime posizioni alla lotta retrocessione, sembra aperta a ogni possibile scenario. Facciamo il punto della situazione.

Scudetto e Champions: cosa sta accadendo in serie A

Ovviamente gli occhi di tifosi e addetti ai lavori sono puntati in primis sugli obiettivi più importanti del torneo, ossia scudetto e qualificazione in Champions. Se per il titolo finale, almeno per il momento, la sfida si è ristretta a Napoli e Milan con l’Inter campione in carica a fare da possibile terzo incomodo, la corsa alle posizioni utili per la qualificazione in Champions sembra ancora più intricata delle scorse stagioni, complice l’andamento non esaltante di alcune delle squadre inizialmente favorite e l’ottimo inizio di altri team meno quotati come Fiorentina e Bologna. Ad oggi gli stessi bookmaker, come nel caso delle quote per le scommesse sul calcio di Betway, considerano la situazione ancora molto equilibrata e non si sbilanciano eccessivamente nelle quote.

In realtà, per entrambi gli obiettivi tutto è ancora possibile. La distanza accumulata da partenopei e rossoneri appaiati in testa sulle dirette concorrenti è certamente ampia, ma il valore di squadre come Inter e Juventus (nonostante le difficoltà dei bianconeri descritte anche da Gazzetta.it), ma anche Roma e Atalanta guardando alle possibili outsider, lascia aperto ogni possibile scenario. Molto potranno pesare l’eventuale stanchezza dei titolari nella seconda parte della stagione e gli impegni nelle coppe europee, prestigiosi ma anche difficili da gestire quando si giocano troppe partite a distanza ravvicinata.

Europa League: un obiettivo ambizioso per diversi team

Se la Champions League resta la competizione europea più importante, per alcune squadre anche l’accesso all’Europa League può essere un traguardo molto prestigioso. Leggendo la classifica attuale e guardando alle prestazioni viste in campo, squadre come Fiorentina, Bologna e Verona, che come osserva Virgilio.it sta registrando un andamento eccezionale dall’arrivo di Igor Tudor in panchina, sembrano autorizzate a sognare, sebbene la concorrenza dei top club sia difficile da battere.

A conti fatti, tra le società che vedono l’Europa League come un contentino per il mancato accesso alla Champions e quelle che vedrebbero la qualificazione come un grande successo, sono almeno nove le squadre coinvolte, per una lotta serrata fino alla fine.

Zona retrocessione: chi rischia la B?

Occhi aperti anche sulla zona retrocessione, in cui si prevede una vera e propria bagarre. Nonostante le difficoltà maggiori riscontrate da alcune squadre in particolare, come il Cagliari e la Salernitana di Colantuono impantanate nelle ultime due posizioni, in realtà in 8 punti sono racchiuse ben nove squadre, incluse Torino, Sassuolo e Udinese, e tutto sembra possibile. L’equilibrio visto negli scontri diretti mantiene aperti tutti gli scenari, con la possibilità in pochi giorni di vedere ribaltata la situazione in un senso o nell’altro.

A tremare più di tutti, oltre sardi e campani, sono le due genovesi, che forse non pensavano di ritrovarsi appaiate in terz’ultima posizione a questo punto della stagione, ma una sola vittoria potrebbe già ridare fiato alle compagini in maggiore difficoltà.

Con ben 26 giornate ancora da disputare, infatti, nessuna delle squadre presenti nella parte destra della classifica può dirsi già spacciata o dormire sonni eccessivamente tranquilli, per un quadro complessivo che rende il prosieguo del torneo ancora più interessante ed emozionante.