Home Lifestyle Il gioco online: una tendenza intergenerazionale

Il gioco online: una tendenza intergenerazionale

199
0

Il gioco, al giorno d’oggi, così come altri settori, risente in modo esponenziale dell’impatto delle nuove tecnologie, che consentono esperienze sempre più vicine a quelle reali e che, nel tempo, hanno conquistato diversi segmenti e fasce di utenti.

L’esperienza del gioco in Rete coinvolge, di rimando, una platea di appassionati piuttosto ampia e trasversale, anche tenendo conto del fatto che – stando alle più rilevanti statistiche di settore – gli utenti trascorrono su Internet, in media, 6 ore e 43 minuti al giorno, stimati su un totale di internauti che, soltanto nel 2021, ha fatto registrare una crescita di 4.7 punti in percentuale rispetto al periodo appena precedente.

 

Il mercato del gioco nel digitale: alcune variabili

La tematica del gioco online, in tale prospettiva, è stata al centro della ricerca portata avanti, tra le altre, dal “Centro Arcelli” per gli Studi Monetari e Finanziari dell’Università “Luiss Guido Carli” (CASMEF) e da Deloitte Financial Advisory S.r.l., nota azienda di revisione e consulenza. Da tale indagine è emerso, come anticipato, un dato relativo a un’utenza trasversale rispetto al gioco online nelle sue varianti, dai videogames ai casinò digitali, con una partecipazione crescente delle donne e dei più giovani. Se infatti, ad esempio, in media, l’età dei frequentatori di casinò fisici è di circa 48 anni, quella di un giocatore online è di poco più di 34 anni.

Complici anche le sperimentazioni in campo tecnologico e l’introduzione di sistemi di pagamento telematici, il settore ha infatti ottenuto uno slancio importante, sebbene soggetto a specifiche regolamentazioni, diverse da stato a stato, e legate alle fondamentali questioni della sicurezza e della legalità.

La generazione dei Millennials non è però l’unica a sperimentare le formule del gioco online, tramite web oppure via app.

Anche i meno giovani, infatti, si stanno aprendo sempre di più ai canali di gioco via Internet.

Un fattore determinante, in questo caso, è, oltre al superamento del “digital divide” intergenerazionale, anche una crescente riscoperta del “vintage”, alla quale gli operatori di settore, nati come “fisici”, si stanno sempre più adeguando.

 

I nuovi casinò online: un esempio di trasversalità

Un esempio, in questa direzione, viene dai casinò digitali.

Se, come confermano i dati di settore, questi hanno ottenuto una crescita di 39,1 punti in percentuale soltanto tra l’ottobre e il gennaio del 2020 – imputabili, probabilmente, anche agli effetti del lockdown -, vero è che gli operatori storici hanno ben compreso la potenzialità del comparto.

Le modalità di coinvolgimento degli utenti, più o meno giovani, passano fondamentalmente attraverso due varianti.

La prima riguarda il palinsesto offerto online, il quale, tra slot machine ispirate a titoli già presenti nelle sale giochi tradizionali e i classici delle carte – come Sette e Mezzo e Baccarat, fino al Bingo – è in grado di includere anche i cosiddetti “nostalgici”.

La seconda è invece connessa al restyling di noti operatori fisici, come conferma, ad esempio, la nuova app SNAI, all’interno della cui offerta ci sono casino bonus di 5 euro per coloro che vogliono cimentarsi, ad esempio, in via digitale, nei classici giochi della Scopa o del Burraco.

Un’esperienza simile è quella intrapresa da Sisal, che ha da poco lanciato la prima app “nativa” aziendale, la quale include, oltre a una variegata proposta in termini di slot e altri giochi da casinò, anche una particolare attenzione verso la tematica del Gioco Responsabile.

 

La protezione dell’utente: un aspetto oltre le generazioni

Come si è detto, infatti, il gioco online è regolamentato, al pari di quello fisico, da appositi organismi, diversi da nazione a nazione, nel rispetto delle singole normative statali e, in primis, della sicurezza, della privacy e della salute dell’utente.

In Italia, per quanto concerne i casinò, questo compito è svolto da ADM (ex AAMS).

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, a garanzia dei giocatori di qualunque età, ha individuato dei parametri essenziali per il riconoscimento degli operatori legali, e dunque dotati di apposita licenza – il cui relativo numero viene di solito riportato nella home page del sito, a fondo pagina.

Prima di tutto, per accedere al palinsesto, è necessario registrarsi al sito e fornire un documento valido di identità, per attestare il requisito, essenziale, della maggiore età. Dopodiché, tra gli altri parametri utili a garantire l’affidabilità dell’operatore ci sono fattori come l’utilizzo di sistemi crittografici di protezione – il protocollo SSL, ad esempio -, l’implementazione di sistemi di pagamento sicuri come PayPal, nonché la presenza di un servizio clienti efficiente e attivo.

Non manca, infine, la possibilità, tramite dichiarazione, di autoescludersi dal gioco per un periodo prefissato o indeterminato.

Il tutto nell’ottica finale della sicurezza dell’utente, indipendentemente dalla sua età.