CONDIVIDI
(foto Luciano Canale)
Bergami IMMOBILIARE

Doppia sconfitta del Nettuno 1945 contro il San Marino sul diamante dei Titani con stesso punteggio di 12 a 2 al settimo inning nella doppia sfida dell’ultimo turno della poule scudetto. In garauno La formazione di Doriano Bindi ha impiegato due riprese per piegare i laziali di Guglielmo Trinci, ribadendo la sua superiorità. Nel primo assalto i locali si sono trovati sul 2-0 grazie al doppio di Ferrini, che ha fatto segnare Tromp, prima di toccare casa base sulla volata di sacrificio di Angulo.  La parola fine sul match è stata messa al secondo inning, con i sammarinesi che hanno messo insieme sei punti grazie a quattro fuoricampo battuti sul partente Pecci (1.2rl-9bv): la prima legnata, da due punti, è stata di Jiandido Tromp; poi è stato il turno di Ferrini, Sechopoulos (2 punti), per finire con Giovanni Garbella (3/4). Su fuoricampo è arrivato anche l’unico isolato tentativo di rimonta del Nettuno, grazie a Federico Giordani, sull’unica valida concessa da Luca Di Raffaele (4.1rl-1bv-3bb-7so).  I doppi di Giovanni Garbella (al 4°) e di Celli (al 6°) hanno permesso ai Titani di arrivare in doppia cifra. Nicola Garbella, uscito da vincente, nel frattempo concede solo un’altra valida nelle sue 2.2 riprese.  San Marino mette fine alla gara al settimo, trovando i due punti della manifesta superiorità sul rilievo Pizziconi: la valida di Pulzetti porta a casa Di Fabio. La rimbalzante di Celli fa poi segnare a Morresi (2/3) il 12-2 finale. Il successo del San Marino in garadue è stato però più sofferto del precedente. il punto della vittoria, su valida di Giovanni Garbella, lo segna Lorenzo Morresi. Il giovane ricevitore era alla sua ultima partita in casacca San Marino: è in partenza per gli Stati Uniti. I ragazzi di Doriano Bindi hanno risolto il match con un sesto inning da 5 punti e un settimo da 4, sufficienti per raggiungere il fatidico +10. Il vincente sul monte è Carlos Quevedo (che al 3° ha rilevato il partente Centeno), mentre nel box va segnalata un’altra serata contraddistinta dai fuoricampo: grande slam per Giovanni Garbella al 6°; solo homer per Epifano al 2° e per Pulzetti al 6°. Nettuno ha battuto solo tre valide, con due fuoricampo nei primi due turni in battuta per Quincy Latimore, al 1° e al 4°. La finale scudetto sarà dunque tra San Marino e Bologna. Il Nettuno, giunto secondo nel girone di semfinale, rimanda alla prossima stagione l’assalto al tricolore.