Home Cronaca Nettuno, botta e risposta tra il consigliere Ranucci e la polizia locale...

Nettuno, botta e risposta tra il consigliere Ranucci e la polizia locale sui controlli alle attività commerciali

321
0
CONDIVIDI
Bergami IMMOBILIARE

Il consigliere comunale di Nettuno Luca Ranucci accusa la polizia locale in consiglio comunale di aver effettuato controlli su attività di consiglieri comunali per condizionarli nel voto sul bilancio. Una presa di posizione pesante che è stata contestata dalla OSPOL, organizzazione sindacale delle Polizie Locali.
Il sindacato – si legge in una nota del dirigente sindacale Massimo De Marcorisponde alle gravi affermazioni del consigliere comunale Luca Ranucci rilasciate durante l’ultimo consiglio comunale, ovvero che dipendenti comunali (chiaro riferimento alla polizia locale) abbiano effettuato controlli ad attività collegate a consiglieri comunali, e ciò nella imminenza del voto per il bilancio. Tutte le attività di verifica messe in atto dalla Polizia Locale vengono svolte in piena autonomia – dichiara De Marco – ”.ricordiamo al consigliere Ranucci che mettere in atto comportamenti volti a coartare l’altrui volontà rientra nel campo degli illeciti penali. Invitiamo il consigliere Ranucci qualora sia in possesso di prove che confermino quanto dichiarato durante il consiglio comunale a sporgere denuncia affinché vengano individuati e puniti i responsabili. Ci aspettiamo come sindacato OSPOL – conclude la nota – una dura presa di posizione e da parte del Sindaco Dr. Alessandro Coppola, che la legge 65/86 pone a capo della Polizia Locale, volta a tutelare l’immagine del corpo di Polizia Locale e di tutti gli operatori, che anche quest’anno nonostante un organico ridotto all’osso, e lo sarà ancora nel prossimo futuro, visto che del piano assunzionale non vi è traccia, ha dato la propria disponibilità per la copertura del turno serale, al fine di garantire presenza e sicurezza per turisti e residenti”.