Home Cronaca Anzio, successo di pubblico al Parco archeologico per la rassegna culturale Occidente

Anzio, successo di pubblico al Parco archeologico per la rassegna culturale Occidente

117
0
CONDIVIDI

E’ stato un successo il primo dei quattro appuntamenti con la rassegna “OCCIDENTE, 4 incontri e conversazioni per un’epoca nuova“, da Pasolini a Dante al Parco della Villa Imperiale ad Anzio ideata dal professor Angelo Favaro e coordinata dall’Assessore alla Cultura ed alla Scuola, Laura Nolfi e dal consigliere comunale Federica De Angelis. Il primo appuntamento si è tenuto ieri sera con l’incontro culturale “La sfinge nell’abisso“, dedicato a Pier Paolo Pasolini, in vista del centenario della sua nascita (1922-2022). Il professor Angelo Favaro ha guidato gli interventi degli ospiti che hanno contribuito a rendere la serata un evento culturale di grande spessore.
Difficile l’obiettivo, ossia quello di dare una chiave di lettura al complesso animo di Pier Paolo Pasolini. Avvincenti le riflessioni sul rapporto del grande intellettuale con il concetto di Passato, che lo poneva continuamente alla ricerca di un Paradiso perduto, in conflitto col presente e la modernità, quando invece, proprio di questa modernità era simbolo, per il vivere liberamente la sua omosessualità, per non aver timore di apparire, e per tante altre caratteristiche di un animo eclettico, che i tre esperti hanno delineato facendo appassionare il pubblico presente ad un gigante della cultura italiana, sottolineandone il pensiero ancora attuale, per un verso, come anche il pensiero del poeta, di difficile attuazione sul piano politico, ma di struggente fascino.
Il prossimo appuntamento della rassegna OCCIDENTE è per giovedì 24 giugno
ore 18.30 alle 20 sul tema “Dalla Peste al Covid-19. Pandemie e pandemia: ieri, oggi e domani”. Interverrà al confronto il professor Giancarlo Mancini dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”; l’intervento sarà accompagnato da letture di brani storici di Giorgia Trasselli, attrice, regista e docente.