Home In evidenza Nettuno, demanio e Poseidon: l’opposizione chiede la convocazione del consiglio comunale

Nettuno, demanio e Poseidon: l’opposizione chiede la convocazione del consiglio comunale

81
0
CONDIVIDI
Bergami IMMOBILIARE

I consiglieri comunali di opposizione Antonio Taurelli, Marco Federici, Simona Sanetti, Roberto Alicandri, Waldemaro Marchiafava, Daniele Mancini ed Enrica Vaccari hanno protocollato una richiesta di convocazione del consiglio comunale sui recenti atti relativi al demanio e sulla situazione economico-finanziaria della municipalizzata Poseidon.
Visto l’art. 17 comma 3 e 5 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale – si legge nella nota inviata al presidente del consiglio comunale Giuseppe Barraco e per conoscenza al sindaco Alessandro Coppolai sottoscritti domandano che si riunisca il Consiglio Comunale in udienza conoscitiva ex art. 48 al fine di acquisire notizie, informazioni e documentazioni relative all’attività amministrativa finora espletata in materia demaniale onde poter promuovere un giudizio sull’operato del Sindaco e della Giunta secondo quanto disposto dall’art. 59 del Regolamento. A tal fine, si chiede di fissare l’ audizione del Sindaco, del Dirigente competente in materia di demanio e del Presidente della Pro Loco Nettuno. Nella medesima sessione si richiede anche di fissare l’audizione dell’Amministratore Unico della Società Poseidon s.r.l. affinché possa illustrare al Consiglio Comunale la situazione attuale in cui versa la partecipata. Si rammenta – continuano i consiglieri – che a norma del 5° comma dell’art 17 del Regolamento, il Consiglio Comunale dovrà essere riunito entro e non oltre i venti giorni dall’avvenuta presentazione della richiesta”.