Home Cronaca Nettuno, via Orvinio trasformata in discarica di ingombranti: la protesta dei residenti...

Nettuno, via Orvinio trasformata in discarica di ingombranti: la protesta dei residenti esasperati

224
0

Tornare a casa dopo aver fatto un turno di notte al lavoro, e trovare la strada di casa sbarrata da un cumulo di rifiuti, tra i quali pezzi ondulati di eternit. È la brutta sorpresa che hanno avuto due residenti di via Orvinio, nella zona della Seccia a Nettuno. Che, per passare e rientrare nelle loro abitazioni, alle 6 del mattino hanno dovuto spostare il cumulo di immondizia che era stato scaricato durante la notte. Ma non è la sola situazione di disagio che sono costretti a vivere i residenti di via Orvinio, strada sterrata privata ad uso pubblico, che negli ultimi giorni si è trasformata in una vera e propria discarica. Con diversi altri cumuli di immondizia, tra i quali, anche l’eternit.
E’ sconcertante quello che accade – spiega uno dei residenti – e dovremmo fare le poste la notte per cercare di beccare questi incivili che scaricano materiale. Oltre l’eternit, che è un materiale tossico, ci sono quintali di immondizia tra calcinacci, materassi, un vecchio frigorifero, pezzi di pavimento e anche la tenda di un’attività commerciale che, a quanto ci risulta, non è più comunque operativa. Ma questo materiale la scorsa settimana non c’era”.
I residenti hanno chiamato il Comune e sul posto sono intervenuti l’assessore alle politiche ambientali Claudio Dell’Uomo e i tecnici della Tekneko, la ditta che cura il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti.
Hanno fatto un sopralluogo, verificato la situazione – spiega il residente di via Orvinio – ma non è stata presa alcuna decisione. Anche perché dicono che parte di questi rifiuti si trovano su un terreno privato e quindi, a loro dire, dovrebbe essere il proprietario di intervenire. In realtà c’è un problema di salute pubblica che a nostro avviso va affrontato con la rimozione dei rifiuti. Abbiano anche consigliato all’assessore di fare il sopralluogo al negozio che ospitava l’attività della quale abbiamo trovato la tenda. Ci auguriamo – aggiunge il residente di via Orvinio – che il Comune lo faccia quanto prima e punisca chi crea discariche a danno della salute pubblica mettendo in campo tutte le iniziative per evitare che, questa zona, si trasformi in discarica permanente”.