Home Cronaca Speronano l’auto di un 56enne: chiesti dieci anni di carcere per tentato...

Speronano l’auto di un 56enne: chiesti dieci anni di carcere per tentato omicidio per due uomini di Nettuno

605
0

Chiesti dal pubblico ministero dieci anni di carcere per i due uomini di Nettuno che il 29 luglio furono coinvolti in un incidente stradale in cui era rimasto ferito il 56enne Fabrizio Bruno (originario di Anzio ma residente a Latina). Secondo il pubblico ministero sarebbe stato un tentato omicidio. Pesante la richiesta di condanna a dieci anni di carcere ciascuno per Emidio Cirolla, 40 anni, commerciante di auto di Nettuno, e Stefano Miozzi, 50 anni, anche lui di Nettuno ed ex socio della vittima. Secondo la ricostruzione degli agenti della polizia stradale di Latina, Cirolla, per motivi di interesse a quanto sembra, avrebbe tamponato intenzionalmente l’auto sulla quale viaggiava Bruno fino a farla finire fuoristrada e che lo stesso, poi, abbia preso a calci e a pugni la vittima già priva di conoscenza. Per il commerciante di auto scattò immediatamente l’arresto per tentato omicidio, mentre soltanto a gennaio Miozzi è finito in carcere, dato che si trovava nella stessa auto di Cirolla nel momento dell’incidente. I due hanno scelto di farsi giudicare con rito abbreviato dal giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Latina. Nella giornata di martedì 14 aprile in aula hanno negato tutte le accuse, sostenendo che Bruno aveva frenato all’improvviso e che, quindi, l’impatto era stato inevitabile. Il pm ha chiesto le condanne a dieci anni e il legale di parte civile un risarcimento che ammonta a 150mila euro. Martedì 20 toccherà alla difesa. Quindi sarà emessa la sentenza.