Home Cronaca Anzio, Brignone sostiene la raccolta di firme per sciogliere il Consorzio di...

Anzio, Brignone sostiene la raccolta di firme per sciogliere il Consorzio di Lavinio

495
0
Luca Brignone

Il consigliere comunale di Alternativa per Anzio Luca Brignone sostiene la raccolta di firme che dovranno portare a un’interpellanza che riguarda la possibilità di arrivare allo scioglimento del Consorzio di Lavinio.

Il Consorzio di Lavinio – spiega in una nota Brignone – è un Ente che nasce nel 1950 per la manutenzione e costruzione delle strade di lottizzazione. La domanda da porsi è molto semplice: ha ancora senso dopo 70 anni? Io credo di no. Il Comune ogni anno eroga circa 150 mila euro e molti cittadini si lamentano legittimamente della doppia tassazione alla quale sono sottoposti. L’Amministrazione potrebbe tranquillamente prendere in carica direttamente la gestione delle strade consortili e porre fine a questo organo la cui utilità pratica ed economica è quantomeno dubbia. Dei cittadini – continua il consigliere di Alternativa per Anzio – hanno organizzato una raccolta firme per interpellare a questo proposito l’Amministrazione ai sensi dell’articolo 6 comma 6 dello Statuo comunale. Io credo che le proposte di iniziativa popolare vadano sempre ascoltate con attenzione. Per questo – conclude la nota di Brignone – invito chi condivide queste riflessioni a firmare presso i due punti di raccolta, la libreria Magna Charta su via Ardeatina di fronte al distributore AGIP ed il negozio di calzature della signora Giuliana Iotti all’angolo di via Ardeatina con viale Alla Marina”.