Anzio via dei Fabbri

Sono 340 le firme raccolte dai cittadini di Anzio centro contro la riapertura al traffico di via dei Fabbri, anche se dal lunedì al giovedì, limitatamente ai mesi invernali. Una modifica della viabilità che prevede il passaggio delle autovetture anche su piazza Pia, proprio davanti all’entrata della chiesa madre dei Santi Pio e Antonio. In proposito i promotori della raccolta di firme rilevano tre criticità per le quali ritengono rischiosa e inopportuna la riapertura di via dei Fabbri e, dunque, il passaggio delle autovetture davanti alla chiesa:
1 – la chiesa è frequentata soprattutto da gente anziana, in vari casi claudicante e a volte anche sorda al clacson delle auto mobili;
2 – i bambini che abitualmente giocano sulla piazza hanno ormai metabolizzato che il tratto di strada antistante la chiesa non è aperto al traffico e far loro considerare il contrario sarebbe alquanto arduo;
3 – il ripetersi di celebrazioni liturgiche che prevedono assembramenti della prossimità della Chiesa (in particolare i funerali e i matrimoni) e visto il limitato accesso in chiesa, molti sono costretti a stazionare in piazza.
Signor sindaco – scrivono ancora i firmatari della petizione – ci chiediamo inoltre come si tutela la salubrità dell’aria della nostra città tanto conclamata. L’interesse di pochi resti – seppur legittimo – non deve prevalere sull’interesse di molti. Per quanto suddetto, sarebbe, ribadiamo, consono da parte dell’amministrazione comunale che lei rappresenta di riflettere con più attenzione circa l’opportunità di riapertura dei via dei Fabbri”.
Ma intanto, anche se sono state raccolte già 340 firme ci sono ancora tanti altri cittadini, almeno un centinaio, che hanno già firmato a sostegno della petizione e probabilmente seguiranno altre per essere anche queste protocollate in Comune nei prossimi giorni.

La petizione depositata al Comune di Anzio seguita da 340 firme