CONDIVIDI
Mimmo Martinelli

Un’altra vecchia gloria dell’Anzio è venuta mancare. E’ scomparso ieri mattina l’ex difensore Mimmo Martinelli, colpito da un infarto all’età di 58 anni. Mimmo Martinelli ha vissuto tre intense e significative stagioni con la maglia dell’Anziolavinio. La prima, 1994/1995, l’anno del suo arrivo ad Anzio, quando vinse il campionato di Promozione con Lino Vergili alla guida. Poi il campionato successivo (1995/1996) quando la squadra in Eccellenza conquistò con l’allenatore Gianfranco Ricci la Coppa Italia al Flaminio contro il Terracina per 1 a 0 con la rete di Paolo Riitano. Quel giorno Mimmo Martinelli non giocò l’ultimo match della competizione perché era squalificato, ma contribuì a trascinare i suoi compagni a disputare la finale e ad alzare al cielo il trofeo. Finale di Coppa Italia che disputò la stagione seguente (1996/1997) con Franco Pagliarini in panchina contro il Nepi che fu persa per 3 a 0. Una triste notizia che ha lasciato dolore e tristezza tra gli ex compagni di squadra di quel tempo. Tra questi l’attuale allenatore dell’Anzio Mario Guida che allora, all’età di 17 anni, iniziava a giocare in prima squadra. “Una notizia che mi e ci rattrista molto – ha detto l’ex capitano biancazzurro – Mimmo Martinelli è stato un esempio di calcio e di vita. Quando ho iniziato ha giocare in prima squadra, arrivando dalle giovanili, mi ha aiutato molto sia in campo che fuori. Ci siamo sentiti e frequentati anche dopo che lui ha lasciato Anzio. Era un leader silenzioso“. Mimmo Martinelli attualmente era dirigente della Vigor Perconti, club che milita nel campionato di Eccellenza.

Mimmo Martinelli con la maglia dell’Anziolavinio
L’Anziolavinio vincitrice della Coppa Italia nella stagione 1995/1996
L’Anziolavinio finalista della Coppa Italia nella stagione 1996/1997