Home Cronaca Anzio Anzio, anticipati i lavori di completamento della piscina comunale; l’obiettivo sono gli...

Anzio, anticipati i lavori di completamento della piscina comunale; l’obiettivo sono gli Europei del 2022

1
0
CONDIVIDI

Lo slittamento dell’inizio della campionato di serie A2 di Pallanuoto a gennaio ha spinto la società sportiva Anzio Waterpolis ad anticipare i tempi per la realizzazione della nuova vasca a sfioro i cui lavori erano previsti a partire dal prossimo mese di giugno. Si tratta di un intervento che completerà definitivamente il nuovo spettacolare impianto cittadino che sarà pronto ad ospitare non solo le partite della squadra di pallanuoto in A2, ma manifestazioni internazionali come specialità degli Europei di nuoto del 2022 che saranno ospitati da Roma.
A causa dell’effetto del nuovo DPCM ed alla conseguente chiusura prolungata della piscine ancora in bilico a causa della pandemia in corso con sviluppi temporali ancora lunghi – spiega in una nota la società – L’Anzio Waterpolis ha deciso di accellerare i lavori della struttura anticipando il cronoprogramma che prevedeva di terminare i lavori nell’estate 2021. Decisione impegnativa in una fase economica molto difficile per l’economia in generale ed in particolare per i centri sportivi, attualmente chiusi causa Covid. L’accelerazione dei lavori – continua la nota – consentirà e darà modo alla struttura di presentarsi, prima del periodo estivo, ai nastri di partenza nel più completo restyling di tutta la struttura sportiva, per riprendere l’attività natatoria”.
L’anticipo dei lavori in corso in questi giorni prevede la copertura della piscina esterna da 16 mt. che sarà inglobata nella copertura totale, l’ampliamento strutturale nella precedente area parcheggio interno, il rifacimento totale degli spogliatoi con una disponibilità di 60 docce, della reception, della sala convegni da oltre 50 posti, la realizzazione di un punto ristoro, oltre a un modernissimo impianto di areazione, di trattamento e monitoraggio continuo delle acque, nel pieno rispetto delle attuali disposizioni anti-covid ,a totale salvaguardia della sicurezza per gli utenti, un centro all’avanguardia che si porrà come un fiore all’occhiello per la città di Anzio.
L’intervento al completo – continua la società – andrà ben oltre quanto previsto nel bando di concessione in termini economici ed il completamento in netto anticipo dei tempi previsti di 720 gg dall’autorizzazione lavori. La squadra che partecipa al Campionato di A2 si allena ad Ostia dal mese di Settembre, ha sospeso momentaneamente le attività causa spostamento della data di inizio del campionato inizialmente previsto per Novembre e rinviato a fine gennaio pronta però a ripartire nel Centro Federale Romano del litorale laziale con gli allenamenti ed eventuali partite, appena ci saranno certezze sulla data di partenza del Campionato da parte della Federazione Italiana Nuoto, ormai imminenti.
L’obiettivo della società – aggiunge la nota – che non nasconde le sue ambizioni del salto di categoria dopo una campagna acquisti che ha rafforzato ulteriormente l’organico con atleti di categoria superiore, è quello di giocare ad Anzio la fase finale, rappresenterebbe la degna conclusione di una stagione travagliata, sofferta e segnata dal Covid-19”.
Anche le giovanili hanno ripreso le loro attività e si stanno allenando presso un altro impianto in zone limitrofe, autorizzato in base al Dpcm di Novembre che autorizza soltanto attività agonistiche di interesse Nazionale, sperando di poter iniziare quanto prima i campionati di riferimento che quest’anno verranno disputati a carattere regionale.

Si stanno anche perfezionando accordi con una tivù privata e radio per trasmettere in diretta le partite.
Siamo partiti nel periodo peggiore della nostra storia contemporanea, nessuno poteva prevedere una pandemia – spiega il presidente Francesco Damiani – La prevista apertura della piscina dai primi di Novembre, ci ha costretti a dare priorità’ ad alcune opere ma, dopo il DPCM che, ha stoppato le attività’, abbiamo deciso, senza indugi, di procedere con i lavori anzi di accelerare il cronoprogramma stabilito e puntare a terminare i lavori prima dell’Estate 2021. Un obiettivo molto ambizioso, sotto tutti i punti di vista, sia per lo sforzo economico che per l’organizzazione del cantiere. Se riusciremo in tale impresa avremmo anticipato di oltre un anno i termini di realizzazione previsti dal bando di concessione ed investito un capitale largamente superiore a quanto previsto nel bando. A prescindere i tempi, intendiamo realizzare un centro natatorio all’avanguardia, prendendo in considerazione impianti e materiali nati proprio nell’era del Covid, un impianto natatorio che possa rappresentare per la città’ di Anzio, un fiore all’occhiello per intera cittadinanza e, renderci disponibili nei confronti della Federazione italiana Nuoto, ad ospitare qualsiasi tipo di competizione Nazionale ed Internazionale. Ci tengo a ricordare gli Europei di nuoto, in calendario per l’Estate 2022, Noi vogliamo esserci”.