Home Redazionali Web Perché destinare un lascito testamentario ad una Onlus?

Perché destinare un lascito testamentario ad una Onlus?

1
0
CONDIVIDI

Un tema delicato da trattare è quello dell’eredità, ovvero di come gli averi di un defunto debbano essere assegnati agli eredi e ad eventuali altri destinatari. Nel caso in cui il defunto abbia degli eredi diretti (figli, genitori e coniuge) saranno questi i primi a ricevere l’eredità.
La legge italiana consente comunque ai cittadini di stabilire che una parte degli averi venga destinata a terzi e non vada agli eredi diretti. Nel caso in cui invece il cittadino non abbia fatto testamento e non abbia eredi diretti tutti i suoi possedimenti andranno allo Stato.
La possibilità di devolvere parte dell’eredità a soggetti ed enti diversi dagli eredi diretti viene sfruttata da molti cittadini che desiderano fare un gesto di solidarietà. Con il lascito testamentario onlus si ha questa opportunità e si può stabilire cosa dovrà essere devoluto all’associazione senza scopo di lucro al momento della propria morte.
Cos’è il lascito testamentario
Il lascito testamentario, definito anche testamento solidale, è un atto attraverso il quale il cittadino italiano ha la possibilità di stabilire a chi donare parte dei propri averi al momento della morte. Per avere la certezza che la propria volontà venga rispettata e che quanto stabilito venga effettivamente donato è indispensabile fare testamento ed il lascito testamentario è l’atto a cui fare riferimento per devolvere parte dei propri avere alle onlus e a persone che non rientrano tra gli eredi diretti.
Nel testamento solidale il cittadino potrà scegliere cosa donare all’organizzazione senza scopo di lucro che ha selezionato tra quelle presenti nell’elenco approvato dallo Stato. Sulle onlus sono effettuate delle verifiche periodiche, volte ad accertare che le organizzazioni siano effettivamente senza scopo di lucro e che quanto ricevuto in donazione non sia utilizzato per arricchire i dipendenti dell’organizzazione.
Il cittadino potrà scegliere di donare denaro, azioni, beni immobili e mobili, polizze vita e vari titoli di investimento. Nel caso in cui siano presenti degli eredi diretti parte del patrimonio dovrà obbligatoriamente essere donato a questi, nelle proporzioni stabilite dalla legge italiana. Si ricorda che il testamento solidale è un atto personale, il che significa che la stesura di questo atto non potrà essere delegata, ma se ne dovrà occupare personalmente il cittadino che intende devolvere parte del patrimonio ad una onlus.
Perché fare un lascito testamentario ad una onlus
Fare il lascito testamentario ad una onlus è un atto di solidarietà. Donando parte dei propri averi alle organizzazioni senza scopo di lucro si potranno sostenere dei progetti di utilità sociale, garantendo alle onlus le risorse economiche di cui hanno bisogno.
I progetti di utilità sociale delle onlus sono numerosi e migliorano davvero la qualità di vita della popolazione mondiale. La difficoltà risiede nel reperire i fondi per portare avanti questi progetti, ecco perché ogni donazione diventa fondamentale.
Con il lascito testamentario si potranno donare alle onlus al momento della propria morte diverse tipologie di beni, da somme di denaro a possedimenti immobiliari e beni mobili. Tutto quello che verrà donato sarà impiegato dall’associazione senza scopo di lucro che riceverà il lascito per portare avanti i progetti che il donatore ha deciso di sostenere.