Home Cronaca Anzio, sei chili di bulbi di papavero da oppio essiccati in casa....

Anzio, sei chili di bulbi di papavero da oppio essiccati in casa. In manette un 37enne

477
0

Ogni capsula contiene ancora dosi morfina che possono essere assunte masticando il bulbo, triturandolo e fumandolo, oppure preparando degli infusi e sono particolarmente in voga fra i cittadini extracomunitari di origine asiatica e nordafricana. Parliamo dei bulbi di papavero sempre più spesso oggetto di spaccio. Un ingente quantitativo della sostanza – sei chili – sono stati sequestrati dai Carabinieri della Stazione di Lavinio Lido di Enea che hanno arrestato, in flagranza di reato, un cittadino indiano di 37 anni, operaio di professione, incensurato e regolarmente presente in Italia.
I militari, al comando del capitano Giulio Pisani, dopo un lungo servizio di osservazione, hanno deciso di effettuare una perquisizione presso il domicilio dell’uomo, rinvenendo e sequestrando l’ingente quantitativo di bulbi essiccati. “La sostanza  rinvenuta – spiega il Comandante – era stata già suddivisa in 60 buste sigillate, del peso di circa 100 grammi ognuna, pronta per essere immessa sul mercato illecito. Il papavero da oppio, svuotato del liquido e dei semi, trattiene delle tracce di sostanza stupefacente”. Una volta essiccata, ogni capsula – del peso di qualche grammo – contiene ancora una piccola dose di morfina che può essere assunta masticando il bulbo, triturandolo e fumandolo, oppure preparando degli infusi. È quindi una droga vera e propria, che produce effetti simili a quelli dell’eroina ed è particolarmente in voga fra gli extracomunitari. Nella mattinata di ieri, il Tribunale di Velletri ha convalidato l’arresto ed ha disposto nei confronti dell’arrestato l’obbligo della presentazione quotidiana presso gli uffici della Compagnia Carabinieri di Anzio.