Home In evidenza Anzio, duro il M5S: “Nel momento più difficile dal dopoguerra, la maggioranza...

Anzio, duro il M5S: “Nel momento più difficile dal dopoguerra, la maggioranza diserta il consiglio comunale”

219
0

Dura presa di posizione dei consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Anzio Mariateresa RussoRita Pollastrini e Alessio Guain che rilevano come “in questo insolito consiglio, a porte chiuse, con mascherine e distanziamento, è emersa in tutta la sua gravità la crisi che investe la maggioranza”.
“Nel momento più difficile della storia italiana dal dopoguerra – accusano -, mentre le famiglie sono alle prese con la paura del virus e problemi economici, i consiglieri di maggioranza lasciano solo il sindaco e non si presentano a votare le variazioni di bilancio sull’emergenza Covid e facendo cosi mancare il numero legale, anteponendo questioni di partiti, gruppi e gruppetti, a quelli della città. Il M5S si è preso la responsabilità di votare queste delibere oltre quella della rinegoziazione dei mutui, perché da quando siamo seduti su quei banchi abbiamo pensato unicamente al bene della città. Ma la responsabilità politica non vuol dire essere ciechi di fronte a ciò che accade per questo subito dopo abbiamo abbandonato il consiglio che a quel punto si è sciolto per mancanza di numero legale senza voto sugli altri punti dell’odg. A questo punto la domanda è d’obbligo: esiste ancora una maggioranza che sostiene il sindaco?”.
Il gruppo consigliare del Movimento 5 Stelle rivendica come in consiglio comunale siano passate “con voto unanime – spiegano – le nostre due mozioni sull’istituzione di un canile/rifugio comunale e sulla introduzione del requisito di disoccupazione per gli scrutatori dei seggi elettorali. Due battaglie di civiltà e senso sociale che erano nel nostro programma elettorale”.