Il progetto della nuova piscina di Anzio

In un comunicato emesso poco fa sulla pagina facebook dell’Anzio Waterpolis, il presidente Francesco Damiani comunica che la nuova piscina comunale, in gestione al club, che si andrà a ricostruire su quella già esistente, terrà conto di tutti i protocolli sanitari stilati in questo periodo del Coronavirus. Quindi alla luce di ciò è stato completamento rielaborato il progetto dell’impianto il cui inizio dei lavori era previsto tra giugno e luglio prossimo, ossia al termine del campionato di serie A2 di pallanuoto. Ora ovviamente il tutto è stato rimandato a data da destinare. Di seguito il comunicato del presidente Francesco Damiani:

Cari amici, tutti gli impianti sportivi sono chiusi ormai da 45 giorni e così resteranno ancora per un po’. Non ci e’ dato sapere se e quando potranno riaprire e a quali condizioni. Per quanto ci riguarda ferme tutte le attività di scuola nuoto e tutte le attività natatorie, ferma la scuola di pallanuoto e tutti i campionati dalle giovanili alla serie A, la tutela della salute prima di ogni altra cosa o interesse. Riguardo il nostro impianto natatorio, approfittando di questo stop, abbiamo rielaborato tutta la progettazione del nuovo impianto. Si lavora per creare un centro natatorio all’avanguardia, basato sulle migliori tecnologie in termini di sicurezza per la salute, come tutti sanno il cloro, già rappresenta la migliore sanificazione ma, non basta, intendiamo realizzare un impianto che rappresenti l’eccellenza in termini di sicurezza e garanzia per la salute per tutti gli utenti tenendo in considerazione tutti i protocolli stilati proprio in questo periodo.
Il nostro obiettivo e’ rappresentato nel realizzare una eccellenza su scala nazionale, un modello da cui altri impianti potranno prendere spunto. Torneremo nelle nostre piscine in piena sicurezza e tranquilli di aver realizzato il massimo per la salute, la sanificazione dell’aria, dell’acqua e miglior confort possibile.