SHARE
In un momento difficile per la comunità davanti al contagio da Coronavirus, i consiglieri comunali di minoranza al comune di Nettuno Antonio TaurelliRoberto Alicandri e Marco Federici lanciano un appello e danno la loro piena disponibilità a collaborare con il Comune: “è il momento della responsabilità e noi ci siamo”, scrivono in una nota.
“Fin dall’inizio della consiliatura – scrivono – abbiamo aspramente criticato il sindaco Alessandro Coppola e la sua maggioranza e continuiamo a sentirci nettamente distinti e profondamente alternativi al loro progetto politico. Tuttavia in questo momento di responsabilità al sindaco di Nettuno va la nostra vicinanza umana e il nostro sostegno sincero oltre ogni steccato ideologico. Abbiamo sempre creduto che in questa emergenza dovessero parlare le competenze (e non le appartenenze!) e siamo felici che il sindaco abbia recepito questo approccio andando a cercare coraggiosamente oltre i confini della sua maggioranza. Ci riferiamo ovviamente al fatto di aver invitato il Professor Waldemaro Marchiafava a coordinare l’emergenza sanitaria comunale e a rappresentare la nostra città in diverse sedi istituzionali”.
“Dinnanzi ai capricci crudeli della natura che colpiscono uomini e donne indistintamente – continuano i tre consiglieri -, l’unico confine politico che rimane in piedi è quello tra chi ha il senso delle istituzioni e chi no. Speriamo che questa tragedia si trasformi in una concreta opportunità per ripensare la nostra società e per mettere al centro le persone. Sarà inevitabile rivedere la nostra comunità a partire dal valore enorme della sanità pubblica, dal ruolo della socialità, dalla possibilità del lavoro da remoto come soluzione contro l’inquinamento. Ripartiremo più forti e più consapevoli. Nel frattempo – concludono la loro riflessione – diamo la nostra disponibilità al Sindaco e ai cittadini per qualsiasi azione concreta, anche meramente organizzativa, che possa essere d’aiuto. Ora è il momento della responsabilità e noi ci siamo”.