Home Cronaca Anzio, sull’affitto della piscina il Comune ribatte: “Pretestuoso e ingeneroso parlare di...

Anzio, sull’affitto della piscina il Comune ribatte: “Pretestuoso e ingeneroso parlare di danno erariale”

177
0
Maria Cupelli

Il Comune di Anzio interviene sulla polemica sollevata dal Pd in merito alla decisione dell’Area tributi di consentire alla società che gestisce l’impianto di pagare in una unica soluzione il canone annuale di 17.380 euro non alla data del 31 gennaio, come previsto dal contratto, ma al 30 giugno. “Vogliamo ricordare – spiegano dal Comune  – che la società che gestisce l’impianto ha stipulato una fedejussione di 500 mila euro a garanzia del Comune, ha già investito 160 mila euro per la messa in sicurezza e investirà altri 2,5 milioni. E se ha chiesto di spostare di alcuni mesi il versamento del primo canone di locazione, non vediamo dove sia il problema visto l’impegno concreto che ci ha già messo per ridare lustro alla piscina. A nostro avviso è una polemica pretestuosa”. Emerge infatti come sia stata la società, a fronte di un esborso significativo di danaro per poter mettere a norma l’impianto e iniziare l’attività, a richiedere al Comune la possibilità di spostare al 30 giugno il pagamento del canone di locazione.