Home In evidenza Nettuno, l’opposizione sul bilancio di previsione: “Non sia miope ma solidale e...

Nettuno, l’opposizione sul bilancio di previsione: “Non sia miope ma solidale e tenga conto delle fasce deboli”

73
0
CONDIVIDI
Comune Nettuno

Venerdì prossimo, dopo mesi, torna a riunirsi la Commissione consiliare bilancio del comune di Nettuno per iniziare a discutere del bilancio di previsione 2020. In una nota i consiglieri di minoranza Marco Federici, Antonio Taurelli, Roberto Alicandri e Waldemaro Marchiafava preannunciamo la volontà di sedersi a quel tavolo con spirito costruttivo. “Porteremo con forza – spiegano – le nostre proposte concrete a favore dei nostri concittadini con particolare riguardo alla tematica del lavoro, delle attività produttive, del turismo, della lotta alla povertà e di sostegno alla disabilità”.
Ed anticipano le proposte che riguarderanno proprio le classi più deboli. “Chiederemo – spiegano i quattro consiglieri – che vengano aumentate le cifre a disposizione del sociale perché conti alla mano il numero di persone con disabilità nella nostra città è aumentato in modo esponenziale e trasversale su tutte le classi di età. Chiederemo un aumento della spesa per i bambini con difficoltà con particolare riguardo alle ore di assistenza scolastica a carico del comune. Inoltre rivendicheremo l’assoluta necessità di implementare i progetti di inclusione per gli adulti con disabilità in età lavorativa che oggi troppo spesso vengono lasciati a totale carico delle famiglie senza che venga effettivamente creata una rete strutturale di impiego sociale che possa dare loro autonomia e dignità. Proporremo inoltre – continuano Marchiafava, Alicandri, Taurelli e Federici – l’aumento della quota di partecipazione del comune negli assegni di disabilità gravi ed una particolare attenzione alle classi di età più anziane. Ribadiamo il nostro spirito collaborativo, ma avvisiamo fin d’ora che se ci trovassimo di fronte ad un bilancio preconfezionato e che guardi in modo miope a logiche “politiche” di bassa lega saremo sulle barricate e faremo un ostruzionismo forte ed intransigente come non si è mai visto sui banchi del consiglio comunale di Nettuno. Crediamo che sia ora che la politica si occupi davvero di chi vive sulla propria pelle le difficoltà della vita quotidiana, siano esse dovute alla povertà o alla disabilità, e che sia ora di essere al fianco delle famiglie che da sole portano con difficoltà e dignità avanti la vita di tutti i giorni”.
E poi una nota sull’emergenza Coronavirus: “Chiederemo – scrivono – di creare un fondo di riserva al quale poter attingere per venire incontro alle difficoltà che attività commerciali e turistiche potrebbero subire, ragionando fin d’ora su interventi ad hoc, come la sospensione o le agevolazioni sulle tasse locali”.