CONDIVIDI
L'allenatore del Falaschelavinio Gianluca Sgarra (foto Francesco Cenci)
Bergami IMMOBILIARE

Partita bella, vivace e ricca di emozioni. E’ quello che si visto al campo di Villa Claudia tra Falaschelavinio e Unipomezia. La partenza degli uomini di Sgarra lasciava ben sperare in un successo dei padroni di casa contro il quotato avversario. Così non è stato. Anzi. Gli anziati vanno in vantaggio dopo appena 7′: la rimessa laterale di Capolei mette Taviani in condizione di crossare per l’incornata vincente di Mucili. Il raddoppio al 20′. Fallo in area di Casciotti su Gianluca Mastrogiovanni ed è calcio di rigore. Dagli undici metri Taviani si vede respingere il tiro dal portiere e sulla ribattuta riprende la palla per metterla in rete. Sul 2 a 0 la gara sembra mettere il Falaschelavinio in discesa ma non sarà così perchè dal 26′ inizia la risalita dell’Unipomezia quando Nsumbu dopo essersi liberato sulla trequarti dalla morsa di due avversari avanza e fionda un diagonale imprendibile e bello da vedere. Gli anziati rispondono al 29′ quando un cross rasoterra da destra di Taviani viene deviato in porta da Mucili che colpisce il palo esterno. L’Unipomezia si fa vedere al 34′ con il tiro di Valle dal vertice sinistro dell’area che si stampa sulla traversa. Gli ospiti agguanto il pareggio al 41′: Valle raccoglie la palla dopo un’uscita imprecisa del Falaschelavinio dalla propria area e fuori la lunetta con un tiro a giro indirizza la palla in rete sul palo più lontano. Nella ripresa si registrano tre occasioni per il Falaschelavino. Al 17′ dopo un’azione corale si fa vedere con Shahinas che entrato in area e in posizione defilata si vede respingere il tiro dal portiere. Poi al 23′ il tiro a girare da fuori di Neroni coglie la traversa. Ed ancora al 27′ Taviani lanciato in area manda alto stando solo davanti al portiere. Al 29′ il gol del vantaggio ospite innzia da Rosano che da destra si accentra e poi scarica sempre a destra per Busto in area che scaglia un diagonale in rete e toccato dal portiere prima di entrare. Al 33′ la punizione da fuori di Adamo viene respinta dalla difesa anziate, la palla va a Tounkara e il tiro viene messo in corner dal portiere. Al 35′ c’è l’occasione per il Falaschelavinio con Zimbardi in area ma al momento decisivo viene anticipato da un difensore. L’ultimo acuto arriva al 47′ con il contropiede dell’Unipomezia e il tiro in area di Marullo respinto dall’estremo difensore di casa.