Home Cronaca Nettuno Nettuno, è Massimiliano Galimberti l’uomo morto nell’incendio di Via Filippini

Nettuno, è Massimiliano Galimberti l’uomo morto nell’incendio di Via Filippini

182
0
SHARE

Si chiamava Massimiliano Galimberti e aveva 48 anni l’uomo morto asfissiato nell’incendio che la scorsa notte ha distrutto l’appartamento al quarto piano di una palazzina di Via Filippini, nella zona del Sacro Cuore a Nettuno.
Nell’appartamento vivevano anche gli anziani genitori dell’uomo e il fratello più piccolo. La vittima era in detenzione domiciliare, dove stava scontando una pena.

Da una prima ricostruzione dei fatti da parte della Polizia, intorno alle 2 del mattino Galimberti ha avuto una violenta lite con i famigliari che a un certo punto sono usciti dall’appartamento. Rimasto solo, avrebbe appiccato il fuoco alla camera da letto dei genitori. Mentre le fiamme si propagavano e avvolgevano l’alloggio, si è chiuso nel bagno, dove è stato ritrovato dai vigili del fuoco ormai privo di vita, morto per soffocamento.
Il cadavero è stato portato via solo dopo la fine dell’intervento dei vigili del fuoco, verso le 7 del mattimo e subito dopo le altre famiglie sono rientrate nella palazzina.