Home Cronaca Nettuno, striscione contro la violenza sulle donne fissato con le viti...

Nettuno, striscione contro la violenza sulle donne fissato con le viti sui murales dello Sbarco

111
0
CONDIVIDI

Sicuramente lodevole l’iniziativa del comune di Nettuno che ha celebrato la giornata contro la violenza sulle donne. L’amministrazione comunale ha infatti deciso di esporre uno striscione con figure di donne stilizzate sui due lati del comune che si affacciano su piazza Cesare Battisti e viale Matteotti. Un messaggio senz’altro positivo che però, incredibilmente, ha letteralmente nascosto un altro messaggio positivo, quello contro la guerra. Lo striscione che stigmatizza la violenza sulle donne ha infatti coperto i dieci murales realizzati dal altrettanti writers in occasione dell’anniversario dello Sbarco.

Ma quel che è peggio, lo striscione è stato fissato con centinaia e centinaia di viti che hanno danneggiato i murales. Insomma, opere d’arte utilizzate come un muro qualsiasi. Un danno evidente per le opere donate dai più importanti writers romani a livello nazionale che oltre al avere un valore simbolico legato agli orrori della guerra, hanno un anche un grande valore economico sul mercato dell’arte. Sconcertante. Una scelta che, purtroppo, evidenzia un deficit culturale dell’amministrazione comunale. La scorsa settimana gli ultras della Lazio avevano affisso un paio di manifesti per ricordare il tifoso Gabriele Sandri morto alcuni anni fa. Un’iniziativa giustamente stigmatizzata, ma sicuramente non dannosa come quella dello striscione inchiodato.