Home In evidenza Spartan Race, anche Costantino Sacchetto alla gara più massacrante del mondo

Spartan Race, anche Costantino Sacchetto alla gara più massacrante del mondo

2
0
SHARE

È tutto pronto per la Spartan Trifecta World, il mondiale di resistenza che condensa tre specialità: sprint, super e best. L’appuntamento è per il 2 e 3 novembre a Sparta in Grecia. La Spartan Race è la corsa ad ostacoli più dura del mondo ed è aperta solo a chi ha completato in un anno solare il trifecta, ossia tutte e tre le specialità. Sparta ospita ancora una volta la finale mondiale alla quale partecipano mille atleti provenienti da settanta nazioni. Una gara di resistenza estrema perché nell’arco di 24 ore gli atleti dovranno completare le tre specialità che prevedono una corsa di 60 chilometri con più di 100 ostacoli – dal fango, al trasporto di lastre di marmo del peso di oltre 50 kg – tre chilometri di corsa e nuoto nel fiume, una montagna da scalare con 1100 metri di dislivello. Insomma, una gara durissima.

Sono cinquanta gli atleti della nazionale italiana che partecipano al mondiale. Cinque quelli del Lazio che hanno ottenuto il pass per la Spartan Race, tre uomini e due donne. Tra gli uomini l’unico rappresentante della provincia di Roma è Costantino Sacchetto di Ardea. “Per me si tratta del secondo mondiale consecutivo a Sparta e sono orgoglioso di rappresentare ancora una volta il litorale romano – spiega Sacchetto – mi presento per il secondo anno consecutivo a questo appuntamento dopo aver completato nell’anno solare per ben tre volte il trifecta partecipando a gare organizzate in tutta Europa e in Italia. Rispetto alla passata edizione mi presento al meglio avendo segnato un tempo inferiore di quattro ore rispetto a quello segnato nel mondiale dello scorso anno. Per questo spero in un risultato migliore. Ma già tornare a Sparta è un grande risultato”.

Il programma prevede per domani, venerdì 1 novembre, la parata delle Nazioni. Sabato e domenica, con le gare di resistenza, si fa sul serio.