SHARE
Comune Nettuno

E’ stata un buco nell’acqua la Commissione trasparenza tenutasi questa mattina al comune di Nettuno che avrebbe dovuto approvare la pubblicazione della convocazione delle commissioni, dei verbali e delle risposte scritte alle interrogazioni presentate in consiglio comunale. Una proposta che, se accolta, avrebbe dovuto essere contenuta in una delibera. Dopo essere stata votata dal presidente della Commissione Antonio Taurelli di Patto per Nettuno, dal suo vice Mauro Rizzo del Movimento 5 Stelle e dai consiglieri di maggioranza Martina Armocida, Mario Esposito della Lega di Genesio D’Angeli di Fratelli d’Italia – con il solo voto contrario di Fabrizio Tomei di Forza Italia – è intervenuto il sindaco Sandro Coppola che ha chiesto un parere al segretario generale Tullio Di Ascenzi sulla regolarità dell’ordine del giorno: e il segretario ha spiegato che ogni proposta deve essere attivata dall’assessore di riferimento, in questo caso gli Affari generali. Il presidente della Commissione Antonio Taurelli ha obiettato che tra le competenze della commissione c’è anche la facoltà di facilitare la pubblicazione degli atti in nome della trasparenza. Ma non c’è stato niente da fare perché dopo l’intervento del segretario generale i tre consiglieri di maggioranza hanno ritirato il loro voto favorevole.

Per quanto riguarda gli altri punti della Commissione nulla è stato fatto perché sono saltate tutte le audizioni richiesta. Su quella che riguardava i Peg e la performance dei dirigenti non si sono presentati né l’assessore Ilaria Coppola, né il dirigente Gianluca Faraone. Per quanto riguarda i chiarimenti sull’appalto dei rifiuti assenti il sindaco Coppola, il dirigente Benedetto Sajeva e l’avvocato Novara che per conto del Comune sta seguendo la storia del ricorso al Tar presentato dalla società Tekneko. Durante la riunione la consigliera Armocida ha reso pubblica una nota dell’avvocato Novara che fa il punto della situazione. Sull’argomento i consiglieri di maggioranza presenti in Commissione hanno poi affermato di avere piena fiducia sull’operato di sindaco e Giunta sulla questione rifiuti. Molto strano considerato che Armocida e Tornei di recente hanno firmato un documento nel quale si chiedeva lumi proprio sullo stato dell’arte dell’appalto rifiuti; sarebbe stata una buna occasione per avere chiarimenti, ma non l’hanno sfruttata.