Home Cronaca Nettuno, mancata risposta alle interrogazioni: parte dell’opposizione chiede il consiglio

Nettuno, mancata risposta alle interrogazioni: parte dell’opposizione chiede il consiglio

55
0
CONDIVIDI
Bergami IMMOBILIARE

Non arrivano nei tempi previsti dalla legge i chiarimenti ad una interrogazione sulla gestione della gara d’appalto dei rifiuti e sul ruolo del Comune di Nettuno nel ricorso presento dalla Tekneko contro l’aggiudicazione dell’appalto e per questo i consiglieri comunali di opposizione Marco Federici e Roberto Alicandri del Pd, Antonio Taurelli e Waldemaro Marchiafava del gruppo “Marchiafava sindaco” chiedono la convocazione del consiglio comunale. Lo hanno fatto in una nota inviata al presidente dell’assise Giuseppe Barraco e Segretario comunale Tullio De Ascenzi.

“I sottoscritti consiglieri comunali – si legge nella richiesta – così come previsto dallo statuto e dal regolamento vigenti nella nostra città, trascorsi invano, senza ricevere risposta scritta, i 30 giorni dalla presentazione delle interpellanze su istituto giuridico utilizzato nella procedura di convalida e sulla richiesta di chiarimenti sulla questione dell’appalto dei rifiuti, chiedono la convocazione del consiglio comunale con all’ordine del giorno i sopracitati punti. Così come previsto la convocazione dovrà avvenire nei prossimi 7 giorni. In sede di conferenza dei capigruppo si potrà altresì decidere di implementare l’ordine del giorno a dimostrazione dello spirito collaborativo dei sottoscritti”.