SHARE
La contestata chiamata ad Angulo in terza base al settimo inning (foto Fulvio Vecchiarelli - Nettuno Baseball City)

La partenza sprint del San Marino condiziona tutta la partita del Nettuno City nella garauno della semifinale play off. Infatti la formazione dl Titano segna subito quattro punti nel primo inning grazie al doppio di Flores e al fuoricampo da tre punti di Celli. Al terzo gli ospiti si portano sul 5 a 0 con il singolo di Epifano che porta a casa base Celli. Il primo punto nettunese è opera del fuoricampo di Giovanni Garbella. Al settimo il San Marino si porta sul 6 a 1 con la valida di Reginato e il punto di Romero. Nel turno di attacco del Nettuno City c’è la lunga battuta di Angulo con la pallina che va a sbattere al muro degli esterni. Il giocatore, che porta a punto Rodriguez, curva in seconda base, va verso la terza e lì viene eliminato in scivolata tra le accese proteste sulla chiamata dubbia dell’arbitro (6-2). All’ottavo sulla battuta di Giovanni Garbella, Rodriguez segna il 6 a 3. Il turno si chiude con un doppio gioco difensivo del San Marino. Al nono il Nettuno City inizia con il primo uomo del line-up ma non ottiene nulla: Noguera dopo il bel singolo che passa sul sacchetto di seconda base, viene successivamente eliminato “colto rubando”, Rodriguez resta strike out, Angulo fa una valida da una base e infine la battuta alta di Mazzanti è preda dell’esterno centro per la terza eliminazione. Finisce 6 a 3 per il San Marino. Animi surriscaldati a fine match, ma dopo un po tutto torna alla calma e domani ci sarà garadue. Nel finale le valide del San Marino sono state 8 con zero errori. Mentre le valide del Nettuno City 6 con un errore. Per gli ospiti hanno lanciato Quevedo, Perez e Baez. Per i nettunesi Ruiz ed Hernandez. Nella garauno dell’altra semifinale play off il Parma batte il Bologna 10 a 3