Home Cronaca Nettuno, annega nel laghetto in giardino: Nicolò voleva prendere i pesciolini

Nettuno, annega nel laghetto in giardino: Nicolò voleva prendere i pesciolini

760
0
SHARE
Nicolò

Voleva prendere i pesciolini nello stagno e si era diretto con un retino verso la vasca di abbellimento del giardino della casa dei nonni. Lo hanno ritrovato con la faccia in giù. Oramai privo di vita.

Una tragedia senza fine quella che stamattina è accaduta a Tre Cancelli, quartiere di Nettuno dove il piccolo Nicolò Perniconi, di appena 2 anni, ha perso la vita. Sono distrutti dal dolore i genitori, la nonna e la sorellina di 11 anni. Secondo una prima ricostruzione il piccolino dopo aver fatto colazione si è allontanato verso la veranda, spostando il muro di sedie sistemato proprio per evitare che si allontanasse da solo. Ha cercato il retino e poi si è diretto verso lo stagno. Quando la mamma e la nonna che erano in casa con lui si sono rese conte che il bambino si era allontanato hanno iniziato a cercarlo prima in casa poi in giardino. Nicolò era riverso nel laghetto, alto circa 50 centimetri, e non respirava più.

Immediata la richiesta di soccorso; i sanitari giunti immediatamente non hanno potuto far altro che constatare la morte del piccolo. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia scientifica del Commissariato di Anzio per i rilievi. Il corpo del piccolo è stato trasferito all’istituto di medicina legale di Tor Vergata dove sarà eseguita l’autopsia.