Home Calcio Calcio Eccellenza: Interrotta anzitempo la gara tra Virtus Nettuno e Cavese

Calcio Eccellenza: Interrotta anzitempo la gara tra Virtus Nettuno e Cavese

204
0
SHARE

È stata interrotta sul risultato di 2 a 0 per i padroni di casa la gara tra Virtus Nettuno e Cavese. L’arbitro Papagno della sezione di Roma 2 ha preso questa decisione a causa di alcune intemperanze Sugli spalti tra i tifosi che hanno portato poi i giocatori ospiti a riversarsi tutti contro le recinzioni del del Campo. La gara stava scivolando via senza particolari problemi anche se si registrava un po’ di nervosismo in campo tra due formazioni bisognose di punti per ottenere la salvezza. La situazione era sicuramente più critica sulla tribuna dove alcuni tifosi si erano già scambiati degli insulti. A un certo punto, poi, la situazione è degenerata con alcuni sostenitori del Cave che sono venuti alle mani con tifosi locali, tanto che si è accesa una vera e propria rissa che ha coinvolto diverse persone. Vedendo l’accaduto i giocatori ospiti sono andati tutti verso la rete del campo Spingendo la recinzione. A questo punto l’arbitro invece di attendere qualche istante che la situazione si calmasse ha, sono sorprendendo un po’ tutti, deciso di effettuare i tre fischi e di interrompere la partita. Non si sa al momento quali potranno essere gli effetti di questa decisione.

Speriamo in un referto oggettivo e che evidenzi al meglio quanto accaduto – dicono dalla Virtus Nettuno – i problemi sugli spalti sono infatti iniziati per colpa dei tifosi della Cavese che hanno aggredito alcuni sostenitori nettunesi, mentre i nostri dirigenti societari cercavano di riportare la situazione alla calma. Mentre i giocatori della Cavese si riversavano tutti contro la rete, poi, i nostri invece rimanevano tranquilli a centrocampo. Confidiamo che l’arbitro abbia visto tutto al meglio e che la sua decisione di chiudere anzitempo la partita sia stata presa proprio in virtù dell’atteggiamento dei giocatori della Cavese. Prendere provvedimenti anche nei nostri confronti rappresenterebbe un pericoloso precedente, visto che chiunque, mentre si perde una partita, potrebbe a questo punto decidere di creare tensione sugli spalti per cercare di interromperla“.