Home Cronaca Anzio, attacchi alla Polizia locale: l’Aquilone rosa difende l’operato del Comandante

Anzio, attacchi alla Polizia locale: l’Aquilone rosa difende l’operato del Comandante

206
0
Polizia locale
Il comandante della Polizia Locale di Anzio Sergio Ierace

Ci duole dover ascoltare certe accuse da una consigliera donna e per di più di un partito di centrosinistra che al giorno d’oggi si deve battere politicamente per non far tornare la condizione delle donne ai tempi del medioevo. Cconfidiamo nella presa di coscienza della consigliera e di un suo passo indietro in merito a certe dichiarazioni“. A parlare sono Margherita SilvestriniMariachiara Cecilia, rispettivamente presidente e vice presidente dell’Aquilone Rosa Onlus che intervengono sulla querelle nata ieri, in consiglio comunale, sul Comandante della Polizia locale Sergio Ierace. A sollevarla ė stata la consigliera del Pd Piazza grande, Lina Giannino. La dem in una interrogazione ha puntato il dito contro “la totale assenza nel territorio del corpo di Polizia urbana” e chiesto al sindaco di non rinnovare l’incarico a Ierace.

Siamo vicine al comandante e agli agenti della Polizia Locale di Anzio per l’attacco gratuito ricevuto dalla consigliera del Pd, Giannino, in merito alle attività svolte dagli stessi.
Vorremmo far presente alla consigliera in questione qualora non lo sapesse che tra i compiti della Polizia Locale c’è anche quello di PG con conseguente prevenzione e repressione di tutti i tipi di reati, e che la PL di Anzio (insieme ad Aprilia, Ardea, e Nettuno) nello specifico è stata formata appositamente nella prevenzione e repressione dei reati contro le fasce deboli da noi de L’Aquilone Rosa Onlus con un corso della durata di 40 ore finanziato dalla Regione Lazio. E di cui il dottor Ierace è stato docente vista la sua pluriennale esperienza sul campo”.
“Il lavoro del Dottor Ierace è stato ampiamente riconosciuto anche dalla Procura della Repubblica di Velletri che lo ha voluto nello staff operativo per l’attuazione del protocollo operativo contro i reati di violenza di genere e sui minori”.