Home Cultura Gli alunni dell’Anzio1 cantano la città on the road

Gli alunni dell’Anzio1 cantano la città on the road

5
0
SHARE

Una bella iniziativa anche quest’anno quella dell’Istituto Comprensivo Anzio I che, nell’ambito del progetto “Cittadinanza e Costituzione”, ha ideato  la manifestazione itinerante “Colori, suoni e sapori della nostra città” previsto per domani, 15 marzo a partire dalle ore 10. Ben 24 classi si sono fortemente impegnate insieme ai loro docenti, per portare avanti e realizzare un programma che avesse come soggetto il nostro territorio con la sua storia e le sue forti tradizioni. Necessario l’elenco delle classi partecipanti, dall’infanzia alla secondaria di primo grado, poiché sono proprio i bambini ed i ragazzi, con la loro dedizione ed il loro coinvolgimento, ad essere i veri protagonisti di questa pregevole iniziativa culturale. Infanzia: Sez. E; Primaria:1AB; 2AF; 3ABCDF; 4ABCD; 5ABE; 4 e 5 Saragat; Secondaria primo grado: 2B; 3ABCD. Canteranno tutti insieme, in sinergia e con la partecipazione, la collaborazione, l’appoggio e la decisiva presenza della Banda di Anzio, la Corale Polifonica “Città di Anzio” e gli alunni del liceo musicale “Chris Cappell College”. Spiega Paola Palomba, la referente del progetto “l’Istituto ha approfondito la ricerca storica riguardante i canti della tradizione orale anziate. Questi canti sottolineano vari momenti della storia di questo territorio. La canzone “Angelita” ci ripropone il dramma dei popoli in guerra e in particolare la tristezza e il dolore che i bambini provano durante i conflitti. La spensieratezza del periodo fra le guerre Mondiali viene dipinta nella canzone “Portodanzio”. Il miracolo della “Madonna del Portosalvo” racconta di una tempesta improvvisa quando i pescatori erano in pericolo di vita. La Canzone de “Lo sbarco degli alleati ad Anzio” narra la dinamica dello Sbarco e lo sfollamento della cittadinanza. I nostri compaesani ascoltando queste canzoni hanno preso ispirazione e cambiato le parole. Soprattutto durante il periodo dello sfollamento (1944-45) cantare insieme con la famiglia canzoni su Anzio, aiutava a metabolizzare la lontananza e la nostalgia di luoghi e persone care. Per la prima volta tutti questi brani verranno eseguiti in pubblico. Un particolare ringraziamento va ai Maestri Michele Zanoni e Angelo La Villa che si sono resi disponibili alla realizzazione delle partiture e all’assessore alla cultura Laura Nolfi“. Le note riecheggeranno dalle 10 al Monumento di Angelita per poi spostarsi al Monumento al Pescatore ed a quello ai Caduti. Si concluderà con l’immancabile Inno Nazionale. Siamo tutti invitati ad unici al coro.