Andrea Musilli

E’ stato ricoverato in osservazione all’ospedale romano Umberto I Andrea Musilli, giocatore trentenne dell’Atletico Anziolavinio Calcio a 5 che nel pomeriggio è rimasto ferito a pochi minuti dalla fine della partita contro la Vigor Perconti che si giocava Roma. L’incidente si è verificato a pochi minuti dalla fine dell’incontro; durante un’azione di gioco il ragazzo si è scontrato fortuitamente con il proprio portiere e cadendo in terra ha violentemente battuto la nuca sul terreno di gioco. “Andrea ha perso subito conoscenza – racconta il presidente della squadra Giovanni Anastasi che era presente – e ha ingoiato la lingua con il rischio di rimanere soffocato; per fortuna il nostro portiere ha avuto la prontezza di riflessi di intervenire subito ed è riuscito a liberare la gola e a consentire che potesse riprendere a respirare regolarmente”.

Nativo di Anzio, ma residente a Nettuno, Andrea Musilli è stato subito trasferito in ambulanza al pronto soccorso dell’ospedale romano Umberto I dove è stato raggiunto dai famigliari. Il ragazzo ha fortunatamente ripreso conoscenza ed è in attesa di essere sottoposto ad esami strumentali alla testa. La partita è stata sospesa “perché i nostri giocatori erano sotto choc – spiega ancora il presidente Anastasi – Anche l’arbitro ha compreso la gravità della situazione ha preso la decisione più giusta, non si poteva continuare”. Alcuni giocatori sono rientrati ad Anzio, mentre altri sono rimasti a Roma vicini al loro compagno e ai genitori.