SHARE
Cinzia Galasso

Il consigliere comunale di Anzio Cinzia Galasso lascia la Lega e passa nel gruppo di Fratelli d’Italia restando nella maggioranza di centrodestra. Di seguito pubblichiamo la nota nella quale si spiega questa scelta.

Cari elettori ed elettrici, è con profondo dolore che scrivo quanto segue, ma gli ultimi accadimenti mi hanno spinta ad una soluzione drastica. A seguito di insanabili contrasti con il gruppo consigliare anziate della Lega, ho deciso nel rispetto della mia, e della vostra dignità, di lasciare il partito. Sono stata calpestata, umanamente e politicamente, offesa nella mia professionalità, da persone che invece ho sempre trattato con profondo rispetto ed ammirazione, essendo nell’ambiente una neofita. Il mio enorme risultato elettorale (per qualcuno evidentemente inaspettato) è stato fin dall’inizio visto forse come una minaccia ai loro interessi, ed ai loro piani pregressi. Sono state utilizzate le giustificazioni più disparate per mettermi all’angolo: dall’inutilità dei miei voti (come se in democrazia la rappresentatività non contasse), fino alla mia “mancanza di competenze” (invito tutti ad analizzare il mio curriculum, per comprendere l’assurdità della questione). Adesso basta.
Esco a testa alta, non piegandomi a giochi politici sbagliati, che non fanno parte della mia persona, e del mio background. Sono una professionista, un’insegnante, e ai miei ragazzi insegnerò sempre di non chinare il capo davanti a chi tenti di schiacciarci, ma di combattere a qualunque costo. Mi sembrano infine necessarie due precisazioni: anzitutto, ribadisco di non andare via dalla Lega per la mia mancata elezione a presidente del consiglio comunale, ma per le ingannevoli modalità tramite le quali il nome del presidente sia stato scelto. In quella famosa riunione non si parlò della presidenza, ma di altro, di altre cariche, poi invece non assegnate. Fa forse sorridere che io seppi dell’assegnazione dell’incarico presidenziale dai giornali, pur essendo capogruppo.
Un’altra doverosa precisazione: la nomina di Annalisa Guercio non ha alcuna attinenza con questa mia personale decisione. Ho conosciuto il nuovo coordinatore locale pochi giorni fa, apprezzandone l’umanità e la preparazione. Le faccio un grosso in bocca al lupo per questa nuova complessa avventura, invitandola a riprendere contatti con gli attivisti del partito, tra i quali vi sono elementi validissimi, ed a diffidare dai finti sorrisi di chi, poi ti pugnala alle spalle. Lascio la Lega, da prima tra gli eletti, per passare a Fratelli d’Italia, in conformità alle mie posizioni politiche, e per la profonda stima verso i vertici romani, ed il gruppo consigliare anziate. Vi prego, elettori, di starmi vicino, poiché tutte le mie scelte, giuste o sbagliate, sono state fatte esclusivamente nel vostro interesse, non nel mio. Chi mi conosce sa che, a differenza di tanti altri, io non ho assolutamente nulla da chiedere alla politica. Anche se a qualcuno non va giù, 542 volte grazie.

Cinzia Galasso