Home Cronaca Nettuno, buone notizie per Sandalo: la Soprintendenza dice sì al prolungamento di...

Nettuno, buone notizie per Sandalo: la Soprintendenza dice sì al prolungamento di via Vesuvio

31
0
SHARE
la Sopritendenza dice sì
Casello 45: sì della Soprintendenza al prolungamento di via Vesuvio

È arrivato questa settimana il parere positivo della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Frosinone, Latina e Rieti al prolungamento di via Vesuvio e al suo raccordo con via della Cogna, che consentirà di ovviare ai disagi causati dai lavori per la realizzazione del sottopasso ferroviario in località Sandalo e Casello 45, ricadenti sotto i comuni di Nettuno, Anzio e Aprilia.

A darne notizia, stamattina, è stato il comune di Aprilia sotto la cui competenza ricade via Vesuvio. L’atto, atteso da tempo, consente ora alla Regione Lazio e a RFI di procedere con i lavori per la realizzazione della nuova strada. Il suo prolungamento consentirà al quartiere Sandalo (emarginato da oltre un anno dopo la chiusura del casello) di uscire dall’isolamento. Da quattoridici mesi i residenti, infatti, sono costretti a percorrere molti chilometri in più per immettersi sulla Nettunense; senza contare la dfficoltà di chi non è motorizzato di entrare e uscire dal quartiere e il difficoltoso passaggio dei mezzi di soccorso.

Via Vesuvio è la strada che costeggia la ferrovia sul lato opposto a quello della Nettunense e il suo prolungamento fino a Campo di Carne è importantissimo perché quei 450 metri da aggiungere ai 1000 già esistenti consentiranno agli abitanti del quartiere, sequestrati dal cantiere del sottopasso ferroviario di Casello 45 di raggiungere la statale senza le lunghe deviazioni attuali.

Soddisfatto per il parere favorevole della Sopritendenza è il sindaco di Aprilia, Antonio Terra che ha seguito il lungo iter: “Parere positivo – commenta – che in parte rende merito agli sforzi dei nostri uffici, costretti a gestire una vicenda avviata e spesso gestita senza ascoltare i bisogni della cittadinanza e i nostri suggerimenti. Pur non avendo avuto alcuna voce in capitolo in merito alla decisione di realizzare il sottopasso e alle modalità in cui l’opera è stata condotta, è stato soprattutto il Comune ad attirarsi critiche e polemiche nell’arco di questi mesi”.

Continueremo a seguire ora l’avvio e la conduzione dei lavori – conclude il primo cittadino – per verificare che essi siano condotti velocemente e con professionalità, come è giusto che sia”.