Home Cronaca Anzio, rischio cementificazione Vignarola: Comitato e Legambiente scendono in piazza

Anzio, rischio cementificazione Vignarola: Comitato e Legambiente scendono in piazza

76
0
SHARE
cementificazione Vignarola
E’ in programma per domenica 13 gennaio dalle ore 9 alle 13 in Piazza Pia la mostra sulla Vignarola; alle 10 è in agenda anche una conferenza stampa con la partecipazione di alcuni consiglieri regionali per fare il punto sulla riserva Puccini.

A promuovere l’iniziativa è ancora il Comitato per la difesa della Vignarola che da oltre tre anni è in campo per salvaguardare l’ultima area di valore paesaggistico e intende continuare con ogni azione possibile per scongiurare la cementificazione dell’area in questione.

E’ di questi giorni la notizia che il Tar del Lazio ha accolto il ricorso della proprietà Puccini contro il Comune di Anzio, per aver sospeso l’iter di approvazione del piano adottato, sentenza che, va chiarito, nulla cambia nella sostanza, ma la questione molto complessa necessita di un breve riepilogo – si legge in una nota dell’attivo Comitato -. Nel piano urbanistico approvato nel 2005, oggi in vigore, il Comune ha accolto l’osservazione della proprietà Puccini consentendo di edificare circa 63.000 mq, pari a oltre 200.000 mc, su un unico terreno a ridosso di un’area già urbanizzata, precisamente all’altezza della chiesa San Francesco, e  destinando il resto dell’area (circa 70 ha) a verde pubblico.

Nel dicembre 2015 l’Amministrazione Bruschini con una delibera di giunta ha adottato, in modo per noi illecito, un Piano Urbanistico Attuativo che consente di ‘spacchettare’ la cubatura consentita dando la possibilità di costruire in più punti dell’intera area e compromettendo in tal modo l’ampliamento del parco Regionale di Tor Caldara impedendo di fatto la fruizione del verde pubblico che, in tal modo, finirebbe per essere asservito alle proprietà private“.

Numerose le iniziative messe in campo dal Comitato per la difesa della Vignarola unitamente al circolo Legambiente: dal ricorso al TAR ancora pendente avverso all’iter procedurale avviato dall’amministrazione Bruschini nel 2015, al coinvolgimento della Regione Lazio.

Oggi l’accoglimento del ricorso presentato dalla società proprietaria dell’area impone all’Amministrazione di portare a termine l’iter procedurale avviato tre anni orsono imponendo di esprimersi in modo ‘favorevole o sfavorevole’. Ovvero approvando, con semplice delibera di giunta, il Piano Urbanistico Attuativo assistito da Convenzione – Parco Puccini, con il quale si potrà costruire su tutta l’area firmando quindi la convenzione. Oppure non approvandolo salvaguardando l’ultima risorsa naturale e paesaggistica della città. La salvaguardia della Vignarola diventa a questo punto una questione vitale per la città“.

Il caso Puccini verrà discusso in Commissione Urbanistica martedì 22 gennaio alle ore 15:30 a Villa Adele ed è uno dei punti all’odg della richiesta di consiglio comunale urgente firmata da 5 consiglieri dell’opposizione.