Home Cronaca Era un saldatore alla MA.IN. la vittima del tragico schianto. Anzio, Nettuno...

Era un saldatore alla MA.IN. la vittima del tragico schianto. Anzio, Nettuno e Aprilia piangono il ventisettenne Daniele Bontempi

16381
0

Era un saldatore specializzato presso la MA.IN. di via Pantanelle e frequentava la palestra Imperium Boxe di Lavinio, Daniele Bontempi il ventisettenne che ieri sera ha perso la vita in un tragico incidente sulla Nettunense, all’altezza del cavalcavia dello Zodiaco. Tantissimi i messaggi di cordoglio sulla sua pagina Facebook e quelli di vicinanza espressi dai colleghi al papà, anche lui operaio specializzato alla Ma.In. che si è stretta al dolore della famiglia. Da qualche anno, dopo l’apprendistato, Daniele Bontempi era entrato nell’azienda dove era apprezzato da tutti. “Lo abbiamo visto crescere – commentano affranti – Siamo devastati dal dolore“.

La Polizia Stradale del Posto Mobile di Nettuno sta cercando di ricostruire l’esatta dinamica dei momenti che hanno preceduto lo schianto, vagliando anche le eventuali testimonianze degli automobilisti che in quel momento transitavano sulla Nettunense. Al momento però nessuno sembra aver visto nulla. Oggi la Polstrada verificherà se c’è la presenza di telecamere o meno nel tratto dell’incidente.

Per ora quello che è emerso è che il ventisettenne, residente nel comune di Aprilia viaggiava a bordo della sua moto Ducati verso Anzio; dopo aver perso il controllo del veicolo per motivi che sono al vaglio, è uscito di strada sul lato destro e urtato violentemente contro la segnaletica stradale. Sbalzato in un fossato, il ragazzo è finito in mezzo ai cespugli dove è stato ritrovato senza vita poco dopo. Il primo ad accorrere sul posto è stato proprio il papà che è stato colto da malore e trasportato al pronto soccorso.