(foto Francesco Cenci)

Grande e importante vittoria per il Lavinio Campoverde che supera in rimonta e in inferiorità numerica il Fonte Meravigliosa. Un successo che vale la vetta solitaria, viste la sconfitta dello Sporting Genzano a La Rustica e il pareggio del Frascati in casa del Palocco.

Rimonta da dieci e lode per il Lavinio Campoverde in nove contro undici

Eppure la partita era iniziata male, contro una squadra che ha vissuto una settimana movimentata per le dimissioni del mister Marco Ferretti. Primo tempo da dimenticare per il Lavinio Campoverde, molto meglio il Fonte Meravigliosa. I romani si portano subito avanti con il gol di Paolacci all’8′ e sul finire del tempo hanno l’opportunità per chiudere i conti. Fallo di Santin al 44′, l’arbitro estrae il cartellino giallo e assegna il calcio di rigore. A tenere a galla la barca ci pensa Papagna che si esalta neutralizzando il rigore del ko, ma subito dopo arriva un’altra doccia fredda con Cannariato che si fa scappare una parola di troppo dopo un fallo subito e l’arbitro, a due passi, lo espelle.

Nella ripresa scende in campo un altro Lavinio Campoverde, eppure le cose sembrano mettersi ancora peggio. Santin rimedia il secondo giallo, forse eccessivo, lasciando i suoi in nove contro undici. Eppure da qui comincia un’altra partita con i padroni di casa che infiammano il Bridgestone riuscendo a trovare prima il gol del pareggio con Consalvi al 69′, quindi la rete della vittoria con Spogliatoio al 77′.

Con questo successo il Lavinio Campoverde centra la quinta vittoria di fila in casa, mantiene l’imbattibilità, unica nel girone, e soprattutto si prende la vetta solitaria con due punti su Frascati e Sporting Genzano. Continua  invece la crisi del Fonte Meravigliosa, alla quarta gara senza i tre punti. E’ vero che il campionato è ancora lungo, ma con poco più di un terzo di stagione alle spalle la neo promossa Lavinio Campoverde ha dimostrato a tutti di avere le carte in regola per puntare alla promozione in Eccellenza.