SHARE
Stadio Comunale Celestino Masin

Contatti e possibilità di un’azione concreta portata avanti da diverso tempo ma alla fine le parti hanno deciso di lasciare stare, almeno per la prossima stagione. Nettuno e Virtus Nettuno hanno deciso di mettere da parte il discorso fusione. Tutto è legato alle varie problematiche che al momento ha il Celestino Masin e quindi la mancanza di garanzie di poter utilizzare lo stadio nel prossimo campionato. “Alcuni giorni fa insieme al Nettuno abbiamo avuto un incontro con l’amministrazione comunale per parlare dei problemi legati allo stadio. La quale non ci ha potuto dare delle certezze immediate anche se si è dimostrata molto disponibile in tutti i sensi” ci ha riferito Alessandro Mauro presidente della Virtus Nettuno. “D’altro canto i tempi sono stretti per programmare il prossimo campionato – ha continuato – e quindi di conseguenza abbiamo deciso di lasciare per il momento le cose come stanno. Con il Nettuno comunque ci potrebbe essere una collaborazione a livello di prima squadra“. Le parole del Nettuno sono affidate a Roberto Loreti, lo sponsor principale (1000 gomme) del club verdeazzurro, il quale conferma ciò che ha detto Alessandro Mauro e aggiungendo: “Abbiamo deciso di lasciare il Celestino Masin dove avevamo una convenzione temporanea perché le condizioni dello stadio non sono adeguate, riconsegnando le chiavi dell’impianto e interrompendo nello stesso tempo tutte le utenze. Se il prossimo anno non possiamo tornare a giocarci, una delle alternative potrebbe essere il De Franceschi“.