Home Cronaca Incendio alla Eco X: ora si teme per la copertura in amianto

Incendio alla Eco X: ora si teme per la copertura in amianto

4044
0

Una nota pubblicata dalla Asl Roma 6 in merito all’incendio Eco X di Pomezia desta nuove preoccupazioni. Sembrerebbe infatti che il tetto del centro di stoccaggio rifiuti fosse composto di amianto, il che peggiorerebbe non poco la situazione.

“Ritenendo possibile la presenza di coperture in cemento amianto sui capannoni dell’impianto, è stato richiesto ad ARPA Lazio di poter estendere le attività di campionamento ambientale al fine di determinare l’eventuale presenza di fibre aerodisperse – si legge nel comunicato della Asl – Contestualmente è stato contattato il Centro Regionale Amianto della ASL VT per concordare l’analisi dei campioni ed eventuali ulteriori accertamenti da effettuare”.

Per i risultati delle analisi, comunque, bisognerà aspettare lunedì e allora si avrà un quadro più completo.
Intanto, però, l’aria continua ad essere irrespirabile anche sui nostri comuni. Ieri era stato detto che la nube era in dissolvenza, ma sui social sono molti gli utenti che hanno scritto che, durante la serata, c’era parecchia puzza di bruciato.
Inoltre, sono in molti ad indignarsi per la giustificazione data ieri, sul fatto che a bruciare fosse “solo plastica”. Bruciata, infatti, la plastica libera la diossina, che non serve ricordare quanto sia dannosa per la salute. Pertanto, anche oggi probabilmente si dovrà restare con le finestre chiuse.
A Pomezia, intanto, dopo l’incessante lavoro dei Vigili del Fuoco, c’è ancora fumo e l’aria è irrespirabile.

Nel frattempo, la Procura di Velletri ha aperto un’inchiesta sul rogo divampato e procede per incendio colposo.