Home Cronaca Nettuno Furto e colluttazione da Acqua e Sapone, arrestata la donna che aveva...

Furto e colluttazione da Acqua e Sapone, arrestata la donna che aveva rubato anche alla Pam di Aprilia

5765
0

Aveva asportato prodotti tra shampoo, detersivi, bagnoschiuma, profumi e prodotti vari per un totale di 300 euro, li aveva messi all’interno della borsa schermata che aveva portato con sé ed era pronta ad uscire dal punto vendita di Cretarossa a Nettuno, la donna T.A.M. di 25 anni, senza fissa dimora, che ieri sera intorno alle 19 è stata prima notata e poi bloccata da uno dei dipendenti di Acqua e Sapone. Dopo averle chiesto di mostrare il contenuto della borsa, la venticinquenne, romena, ha iniziato a tirare con violenza flaconi e prodotti all’uomo; per nulla intimorito, il dipendente l’ha raggiunta e ne è nata una violenta colluttazione al termine della quale, però, il ragazzo ha avuto la meglio. Dopo averla bloccata, i responsabili del punto vendita hanno immediatamente denunciato il fatto. Sul posto è giunta subito dopo una volante del Commissariato di Polizia di Anzio che ha ammanettato la ladruncola e sequestrato la borsa in tela con all’interno della carta di alluminio utilizzata per tentare di eludere l’anti taccheggio. La venticinquenne stamattina è stata trasferita in carcere a Rebibbia, il Pm infatti ha ravvisato l’ipotesi di rapina impropria poiché l’addetto alle vendite di Acqua e Sapone durante la colluttazione ha riportato alcune ferite giudicate guaribili in pochi giorni.

Dai successivi controlli in Commissariato, è emerso che la donna – che gravitava intorno alla zona di Ardea – era stata arrestata il 30 gennaio scorso dai Carabinieri della Compagnia di Aprilia perché si era resa protagonista di un tentato furto all’interno della Pam. Anche in quel caso lei, insieme ad altri cittadini romeni, sono stati bloccati dai militari dell’Arma all’interno dell’emporio prima che potessero darsi alla fuga, avendo appena asportato dagli scaffali, prodotti di vario genere per un valore complessivo di euro 400.00. Gli stessi, a seguito di un’attenta analisi investigativa, sono stati identificati come gli autori del furto perpetrato nella giornata precedente presso un altro supermercato della zona di Aprilia.