Home Cronaca Anzio Anzio, caos all’entrata alla scuola Severiano di via Andreina: petizione dei genitori

Anzio, caos all’entrata alla scuola Severiano di via Andreina: petizione dei genitori

3910
0

Ennesima protesta nella scuola materna e primaria di viale Severiano, Istituto comprensivo Anzio IV, dove i genitori dei bambini iscritti, nei giorni scorsi, hanno inviato una missiva con tanto di firme, indirizzata al sindaco di Anzio e al comandante della Polizia locale  con la quale si denuncia la mancata osservanza del divieto di transito in via Andreina durante l’orario di entrata e di uscita. Una vera e propria petizione con la quale si chiede, urgentemente, di “ripristinare la legalità, con la presenza della polizia locale sia al mattino sia nel pomeriggio, prima che qualche bambino venga investito e non a disgrazia avvenuta”. Parole forti, che mettono bene in evidenza lo stato d‘animo dei genitori, preoccupati per quello che potrebbe accadere. Nonostante sia ben visibile il divieto di transito e la fascia oraria all’inizio di via Andreina, puntualmente transitano auto sia al mattino sia al pomeriggio. “Alcuni bambini sono stati sfiorati da questi autoveicoli – si legge nel documento firmato dai genitori – fortunatamente per il momento senza conseguenze. Al mattino la via viene transennata ma il pericolo di investimento c’è ugualmente, a causa delle auto che entrano prima del transenna mento, parcheggiano e ripartono in piena fascia oraria del divieto”. Al pomeriggio la musica e i pericoli non cambiano: “Non essendoci transenne vi è quasi la totale inosservanza del divieto di transito, con alcuni veicoli che addirittura di fermano davanti all’uscita della scuola, creando ingombro e maggiore pericolo per l’incolumità. Si chiede pertanto al sindaco e al comandante della Polizia locale di ripristinare la legalità”. Più volte le famiglie e gli insegnanti del plesso dell’Anzio IV hanno segnalato, anche direttamente al comando della polizia locale, il non rispetto del divieto chiedendo un intervento per scongiurare pericoli ai bambini; ma evidentemente il problema non è stato ben recepito se oggi la preoccupazione è esplosa, spingendo le famiglie addirittura a raccogliere le firme per veder difesi i diritti dei piccoli studenti.

Quello di viale Severiano non è l’unico plesso ad essere finito in cronaca per mancato rispetto di divieto di transito; analoghi problemi hanno riguardato la scuola di via Ambrosini e quella della media Virgilio, dove per tanto tempo si è discusso sullo spostamento dell’entrata proprio per evitare rischi per l’incolumità degli studenti.